Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 01:17

Spalti vuoti allo stadio di Foggia

La prossima gara casalinga sarà a porte chiuse. L'ha deciso il giudice sportivo della Lega di serie C Pasquale Marino dopo le intemperanze degli ultrà della scorsa partita
FIRENZE - Il Foggia dovrà disputare la prossima partita casalinga a porte chiuse: lo ha stabilito il giudice sportivo della Lega di serie C Pasquale Marino in seguito agli episodi avvenuti durante Foggia-Cittadella (C1 girone A) svoltasi nell'ultimo fine settimana che costeranno al club pugliese anche un'ammenda di 5000 euro.
Nel corso della gara alcuni sostenitori del Foggia hanno lanciato sul terreno di gioco diverse bottigliette d'acqua una delle quali ha colpito un assistente arbitrale (match sospeso per due minuti per permettere l'intervento dei sanitari). A metà del secondo tempo nuovo lancio di bottigliette: secondo il referto arbirale una ha colpito il portiere del Cittadella e nel finale anche lo stesso direttore di gara è stato sfiorato ad una spalla e un altro giocatore del Cittadella è stato preso ad una gamba. Il giudice sportivo ha accertato la responsabilità oggettiva del Foggia, di qui il provvedimento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione