Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 01:41

La Puglia torna ad Assisi

A distanza di 20 anni dall'ultima partecipazione ufficiale nel 1987, le istituzioni della regione prenderanno parte alle celebrazioni in onore di San Francesco
BARI - A distanza di 20 anni dall'ultima partecipazione ufficiale nel 1987, la Puglia torna ad Assisi domani e il 4 ottobre per le celebrazioni in onore di San Francesco e per riaccendere con il sindaco di Bari Michele Emiliano, in nome di tutte le Regioni e Comuni, la lampada votiva sulla tomba del Santo patrono d'Italia. La lampada è alimentata da olio pugliese e sarà contenuta in due oliere di ceramica offerte dall'amministrazione comunale di Grottaglie.
Nell'offertorio durante la solenne concelebrazione che si terrà dopodomani nella Basilica Superiore (e che sarà trasmessa in diretta su Rai 1) - è detto in una nota della Regione - verrà portato sull'altare anche l'olio donato dall'associazione antimafia 'Liberà proveniente dai terreni pugliesi confiscati alle organizzazioni criminali per mano di un ex detenuto e di un familiare di vittima di mafia. Come vuole la tradizione il presidente della Regione Puglia offrirà anche dei doni: un calice con patena in legno d'ulivo e un piviale in lana color avorio con applicazioni e disegno tau. Alla manifestazione hanno collaborato gli assessorati regionali alle risorse agroalimentari e al turismo, con una serie di eventi inseriti nel programma ufficiale allegato.
La manifestazione - è detto nella nota - sarà presentata in una conferenza stampa domattina alle ore 12 nella sala della Conciliazione del palazzo comunale di Assisi dai presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, e della Regione Umbria, Maria Rita Lorenzetti, insieme con il presidente del Consiglio regionale Pietro Pepe, i sindaci di Bari, Michele Emiliano, e di Assisi, Claudio Ricci, e il presidente della Conferenza episcopale pugliese, mons. Cosmo Francesco Ruppi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione