Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 09:59

Protesta ambientalista a Grottaglie

La pacifica ma rumorosa irruzione degli ambientalisti, che hanno letteralmente invaso l'aula consiliare, ha indotto il presidente del consiglio comunale a sospendere la seduta
GROTTAGLIE (TARANTO) - Decine di rappresentanti di comitati e associazioni ambientaliste che protestano contro la realizzazione del terzo lotto della discarica «La Torre-Caprarica» ieri sera hanno manifestato durante i lavori del consiglio comunale di Grottaglie. A causa della protesta, il sindaco, Raffaele Bagnardi, ha sospeso i lavori.
Ai lavori dell'assemblea comunale, che avrebbe dovuto occuparsi del piano strategico territoriale di area vasta di Taranto, erano intervenuti, tra gli altri, il presidente dell'Autorità portuale Michele Conte, il presidente provinciale di Confindustria Luigi Sportelli, l'assessore provinciale Stefano Fabbiano, numerosi sindaci di comuni della provincia jonica e le organizzazioni sindacali.
La pacifica ma rumorosa irruzione degli ambientalisti, che hanno letteralmente invaso l'aula consiliare, ha indotto il presidente del consiglio a sospendere la seduta. I manifestanti avevano chiesto di procedere all'appello dei presenti e di intervenire durante i lavori del consiglio solo se ci fosse stato il numero legale.
«Devo amaramente constatare - ha detto il sindaco di Grottaglie, Raffaele Bagnardi - che c'è stata un'aggressione violenta da parte di gruppi che non hanno per niente preannunciato le loro intenzioni. Peraltro - ha proseguito - non si sono resi conto di aver interrotto un consiglio comunale che aveva all'ordine del giorno un argomento estremamente importante, quantomeno della stessa importanza dell'argomento che loro sostengono di portare davanti al consesso civico».
«Noi - ha concluso Bagnardi - continueremo sulla nostra linea democratica, sulla nostra linea di estrema apertura e comunque chiarendo e assumendoci le responsabilità di tutte le nostre posizioni».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione