Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 09:38

A Taranto il comando Euromarfor

Dopo due anni di comando spagnolo la Forza Marittima Europea passa all'Italia. Euromarfor agisce come organismo internazionale per il mantenimento della pace
ROMA - La Forza Marittima Europea (EUROMARFOR) cambia guida. Dopo due anni di comando spagnolo, il testimone della forza navale, che agisce come organismo internazionale per il mantenimento della pace e lo sviluppo della sicurezza, passerà all'Italia. A Taranto, lunedì 17 settembre, la cerimonia di passaggio consegne.

A bordo della portaerei Giuseppe Garibaldi, ormeggiata nella stazione navale Mar Grande, alle 12, il comandante in capo della Squadra Navale, ammiraglio di squadra Giuseppe Lertora, riceverà le insegne di comando della Forza Marittima (fondata il 15 maggio 1995 da Francia, Spagna, Italia e Portogallo) dalle mani dell'ammiraglio di squadra Fernando Armada Vacillo, «Almirante de la Flotta» della Marina Militare spagnola.
La cerimonia si svolgerà alla presenza del Capo di Stato Maggiore della Difesa, ammiraglio Giampaolo Di Paola, e dei rappresentanti militari delle nazioni riunite nell'EUROMARFOR.

Euromarfor è una forza navale costituita il 15 maggio 1995 da Francia, Spagna, Italia e Portogallo (quest'ultimo dal mese di maggio 1996), «nello spirito della Dichiarazione di Petersberg e agisce - si legge in una nota dello Stato maggiore della Marina - come organismo internazionale per il mantenimento della pace e lo sviluppo della sicurezza».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione