Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 00:25

Per l'Uomo di Altamura 300mila ?

Sono stati stanziati dal ministero per i Beni e le attività culturali, per la ricerca scientifica e la valorizzazione dell'uomo fossile scoperto nel 1993 nella cavità di Lamalunga
Uomo di Altamura BARI - Il ministero per i Beni e le attività culturali ha stanziato 300mila euro per lo studio e la valorizzazione dell'Uomo di Altamura, lo scheletro di uomo fossile scoperto nel 1993 nella cavità di Lamalunga. Lo ha comunicato l'ufficio del sottosegretario ai Beni culturali (con delega ai beni archeologici), Danielle Mazzonis, al sindaco Mario Stacca. I fondi saranno gestiti dalla competente Soprintendenza. I nuovi fondi saranno impiegati per la ricerca scientifica. Il possibile finanziamento era già stato annunciato nel corso di una riunione tenuta il 24 luglio presso la Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici della Puglia, cui parteciparono il direttore regionale Ruggero Martines, il soprintendente per i beni archeologici della Puglia, Giuseppe Andreassi, la direttrice del Museo archeologico di Altamura, Donata Venturo, il sindaco Mario Stacca e l'assessore alla Cultura Giovanni Saponaro, ed il professor Marcello Piperno, dell'Università degli studi "La Sapienza" di Roma. In quella circostanza si è riunito per la prima volta il Comitato tecnico scientifico (ne fa parte anche il professor Carlo Peretto). Il Comitato è stato appositamente costituito per lo studio e per la tutela dell'Uomo di Altamura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione