Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 14:57

Parte il catasto delle aree incendiate

Pubblicata in Gazzetta Ufficiale l'ordinanza della Protezione civile per Puglia, Sicilia, Calabria, Campania e Lazio. Bertolaso giovedì a Bari • La risposta dei sindaci del Gargano e di Carovigno: «Siamo pronti»
Canadair in azione contro incendio ROMA - È pubblicata in Gazzetta Ufficiale l'ordinanza della Protezione civile che prevede «disposizioni urgenti» per contrastare l'emergenza incendi in Sicilia, Calabria, Puglia, Campania e Lazio.
L'ordinanza - oltre a nominare il capo della protezione civile, Guido Bertolaso, commissario delegato «per il superamento del contesto emergenziale» - punta anche a realizzare il catasto delle aree bruciate dagli incendi: in caso di inerzia dei Comuni (il termine complessivo è di 30 giorni), viene affidato ai prefetti il compito di censire le aree bruciate dal fuoco.
A Bertolaso vengono conferiti i poteri per i primi interventi urgenti (comprese le indennità per chi ha subito danni), mentre per l'adozione di tutte le iniziative volte a superare l'emergenza si avvale (in qualità di «soggetti attuatori») dei presidenti delle Regioni o dei prefetti delle province interessate. Saranno proprio questi "soggetti", entro 15 giorni dalla pubblicazione dell'ordinanza in Gazzetta Ufficiale, a trasmettere al commissario delegato l'elenco dei Comuni che non hanno censito le aree percorse dal fuoco, e a diffidarli a farlo entro ulteriori 15 giorni: se ciò non avviene «i soggetti attuatori agiscono in via sostitutiva».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione