Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 01:17

Taranto - Blocco al cimitero

15 tumulazioni sono bloccate da ieri per la protesta dei 52 lavoratori della cooperativa «L'Ancora» che temono il licenziamento o la riduzione dell'orario di lavoro
TARANTO - Sono 15 le salme in attesa di sepoltura nei cimiteri di Taranto e Talsano: le tumulazioni sono bloccate da ieri per la protesta dei 52 lavoratori della cooperativa 'L'Ancorà che temono il licenziamento o la riduzione dell'orario di lavoro dopo l'apertura delle buste della gara d'appalto al massimo ribasso prevista per il 6 settembre prossimo.
I dipendenti della cooperativa si occupano della gestione di servizi cimiteriali essenziali: dall'apertura dei cancelli alla guardiania, dal trasporto del feretro alle tumulazioni, dalle esumazioni alla manutenzione del verde e alla pulizia. Oggi è in programma un incontro con il sindaco di Taranto, Ezio Stefano, e il prefetto, Alfonso Pironti, dal quale i dipendenti della cooperativa sperano di ottenere rassicurazioni sul loro futuro lavorativo.
I lavoratori, che già nei giorni scorsi avevano interrotto i servizi per il mancato pagamento degli stipendi, questa volta protestano per il taglio delle ore - da sei a quattro - annunciato dal sindaco Stefano per mantenere tutti i posti di lavoro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione