Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 08:14

Bari studia legge anti-lavavetri

E' al vaglio del primo cittadino un'ordinanza simile a quella del collega di Firenze, dove sono previsti denuncia penale e arresto per chi lavora di acqua e spazzola ai semafori
BARI - I lavavetri sono quasi del tutto spariti dai semafori. Nella città di Bari, è questo l'effetto dell'intensificazione dei controlli, richiesti dal sindaco Michele Emiliano circa due mesi fa. Eppure, è al vaglio del primo cittadino un'ordinanza simile a quella del collega di Firenze, dove la Giunta comunale ha predisposto un'ordinanza che prevede la denuncia penale e l'arresto per coloro che saranno beccati ai semafori con secchio e spazzole. Secondo Emiliano, il fenomeno sarebbe ancora marginale nel capoluogo pugliese. Non avrebbe, cioè, il carattere dell'emergenza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione