Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 06:35

Roghi a «orologeria» nell'oasi di Torre Guaceto?

Il pronto intervento dei vigili del fuoco di Brindisi ha impedito che le fiamme si propagassero. Però è da sottolineare una particolare coincidenza. Infatti, una settimana fa - al termine del rogo che ha distrutto un'area di un centinaio di ettari di macchia mediterranea e canneto - era stato predisposto un servizio di controllo con guardie che dovevano pattugliare l'oasi. Ebbene il servizio di controllo si è concluso ieri e questa notte ci sono stati i nuovi incendi
BRINDISI - Nuovi piccoli focolai d'incendio, che sono stati spenti in breve tempo, si sono sviluppati la notte scorsa nell'oasi naturale di Torre Guaceto, dove una settimana fa, il 21 e 22 agosto, le fiamme avevano distrutto un'area di un centinaio di ettari di macchia mediterranea e canneto. Il pronto intervento dei vigili del fuoco di Brindisi ha impedito che le fiamme attecchissero.
Una settimana fa, al termine del rogo, era stato predisposto un servizio di controllo con guardie che dovevano pattugliare l'oasi. Il servizio di controllo si è concluso ieri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione