Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 07:51

In 50 stipati come bestie

Un gruppo di lavoratori clandestini di nazionalità romena sono stati trovati dai carabinieri nel corso di un controllo in una azienda agricola in località Laniano a cerignola
CERIGNOLA (FOGGIA) - Erano stipati in cinquanta, tutti di nazionalità romena, in tre capannoni in condizioni indecenti, con tre sole stanzette adibite a «bagno» ma prive di fogna: li hanno trovati così nelle campagne di Cerignola i carabinieri nel corso di un controllo in una azienda agricola in località Laniano.
Dei cinquanta romeni, alcuni erano impiegati in nero. Ma quello che più ha colpito i militari sono state le condizioni igieniche - che essi stessi definiscono pessime - nelle quali erano tenuti. In questi capannoni dormitorio «estremamente fatiscenti e insalubri» erano costretti a dormire in sei-sette per stanza, in ambienti angusti e maleodoranti anche per la totale assenza di fogne.
I locali sono stati sequestrati da personale della Asl di Cerignola, mentre al proprietario dell'azienda è stata contestata la violazione delle norme sul collocamento dei lavoratori agricoli. Ora pare che lo stesso titolare si sia impegnato a ospitare i lavoratori in strutture alberghiere della zona, a proprie spese.
Non lontano da Cerignola, a Stornara, nel corso di controlli in un'altra azienda agricola i carabinieri hanno trovato al lavoro sei cittadini senegalesi privi di documenti - e quindi di permesso di soggiorno - e un ragazzo di 16 anni, originario della Romania. Denunciato il proprietario.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione