Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 13:47

Morte cerebrale per giornalista leccese

Vittima di uno scippo nella metropolitana di Parigi dove era in vacanza, il collega Sergio Vantaggiato non ce l'ha fatta. A Ferragosto avrebbe dovuto seguire la partita di calcio Treviso-Lecce
PARIGI - I medici francesi hanno constato la morte cerebrale di Sergio Vantaggiato, il giornalista italiano di 40 anni della tv privata Telerama ricoverato ieri in ospedale dopo uno scippo nella metro di Parigi. Lo hanno riferito fonti della magistratura parigina.
Secondo queste fonti, le macchine che hanno tenuto artificialmente in vita il giornalista saranno staccate.
Vantaggiato è stato ricoverato nell'ospedale parigino 'Saint-Louis' dopo essere stato aggredito nella stazione della metro Bir Hakeim, nel quindicesimo municipio di Parigi, da due uomini che gli hanno rubato il borsello prima di riuscire a fuggire. Secondo la magistratura, questo pomeriggio sarà aperta un'inchiesta per omicidio colposo.
Vantaggiato, pugliese, era in vacanza a Parigi assieme alla compagna Stefania, al figlio Martino di otto anni e al fratello Antonio. Responsabile dei servizi sportivi di TeleRama, nota emittente televisiva del Salento, il giornalista avrebbe dovuto raggiungere Treviso il giorno di Ferragosto per la radiocronaca della gara di coppa Italia tra i veneti e il Lecce.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione