Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 19:12

Palinuro - Giovane brindisino annega

Pietro Maggiolini, 26 anni, è morto fra le onde per salvare la vita a tre sue amiche, trascinate al largo dalla forte corrente. La testimonianza di un bagnino che ha partecipato ai soccorsi
Spiaggia, mare NAPOLI - È annegato per salvare la vita a tre sue amiche. Secondo quanto reso noto da alcune testimonianze fornite agli uomini della Capitaneria di Porto, Pietro Maggiolini, 26 anni, originario di Brindisi, è morto così, nelle acque di Palinuro, in provincia di Salerno.
Il giovane sarebbe annegato dopo aver messo in salvo tre amiche in difficoltà tra le onde del mare delle "Saline" mentre una violenta corrente trascinava il gruppo a largo.
La tragedia nelle acque di Palinuro (Salerno) è stata causata dalle forti correnti. Michele Serio, bagnino del Lido Le Dune, adiacente alla spiaggia delle "Saline" dove è morto Pietro Maggiolini, racconta le fasi dei soccorsi. Dice che per due volte, viste le condizioni del mare, aveva avvertito il gruppo di otto amici che stavano facendo il bagno e loro, in entrambi i casi, avevano rassicurato dicendo che era tutto sotto controllo. Poi, in pochi istanti, la tragedia.
«Ho fischiato due volte, soprattutto quando ho visto che si erano allontanati dalla riva - racconta il bagnino - ad un certo punto, un ragazzo è venuto da me dalla spiaggia libera, dove si trovava il gruppo, per chiedermi aiuto. Sono andato io e il mio collega Giovanni Cicia. Io ne ho salvati tre, il mio collega Cicia ne ha salvati altri. Per Pietro Maggiolini non c'è stato nulla da fare, quando lo abbiamo visto tra le onde era già morto».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione