Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 11:23

Siponto - Esercitazione di salvataggio

L'ha svolta l'Aeronautica militare - in mare - con militari del 32° Stormo di Amendola (Foggia) in acqua e dell'84° Centro C/Sar (combat search and rescue: ricerca e soccorso armato) di Brindisi
Elicottero HH-3F Sar Brindisi Aeronautica Militare AMENDOLA (Foggia) - Cercare di sopravvivere in situazione di emergenza in mare in attesa del soccorso dell'elicottero di salvataggio: è questa la fase saliente dell'esercitazione "recupero in mare" svoltasi presso il distaccamento marittimo dell'Aeronautica Militare in località Siponto (Foggia).
I piloti del 32° Stormo dispersi al largo dalla riva hanno segnalato la loro posizione con dei fumogeni agevolando l'intervento da parte dell'equipaggio di un elicottero HH-3F dell'84° Centro C/Sar (Combat/Search and Rescue) di Brindisi.
L'occasione è stata propizia per consentire al personale navigante in servizio ad Amendola di ricevere un indottrinamento approfondito sulle tecniche di sgancio del battellino, sull'attivazione del salvagente nonché sulle tecniche d'impiego ed uso del materiale in dotazione costituenti l'equipaggiamento di emergenza per la sopravvivenza in mare.
Così ha commentato il colonnello Maurizio Epifani, comandante del 32° Stormo: «L'esercitazione ha avuto lo scopo di addestrare il personale a gestire condizioni di emergenza e sopravvivenza in mare. A tutti i piloti è richiesto un addestramento continuo fino al conseguimento del massimo livello di prontezza operativa per fronteggiare ogni possibile situazione. Quest'anno, in particolare, l'esercitazione di Siponto si svolge a seguito dell'esercitazione internazionale "Squalo 2007" svoltasi dal 25 al 28 giugno scorso. Scopo dell'attività è stata l'integrazione delle varie componenti del soccorso per rendere possibile una perfetta interoperabilità».
L'attività di soccorso aereo è di vitale importanza non solo per gli equipaggi militari, ma anche per la popolazione civile. Tale compito è svolto dall'Aeronautica Militare 24 ore su 24, per 365 giorni all'anno e consiste nel concorrere alle operazioni di salvataggio in caso di pubbliche calamità, di ricerca e salvataggio del personale disperso in mare e terra nonché per il trasporto urgente di ammalati e traumatizzati gravi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione