Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 13:50

Paracadutisti pugliesi ai campionati italiani

Ci sarà anche la squadra "Falcone" ai prossimi assoluti, specialità formazioni in caduta libera, in programma a Cuniana (Torino) dal 27 al 30 agosto. Il caposquadra è un medico barese
BARI - Ci sarà anche la squadra pugliese "Falcone" ai prossimi campionati italiani assoluti di paracadutismo (specialità formazioni in caduta libera) in programma a Cuniana (Torino) dal 27 al 30 agosto.
Il caposquadra della formazione è un appassionato di questo sport, il medico barese Massimo Buonfantino, che ha coinvolto nell'avventura atleti di Bari, di Castelluccio dei Sauri (Fg) con l'aggiunta di un napoletano.
"Pratico questo sport dal 1984 - racconta Buonfantino - e ho conquistato il titolo italiano nel 1990. Ai prossimi campionati speriamo di figurare bene ma ci confronteremo con squadre di professionisti. Noi, per allenarci, facciamo 150 lanci all'anno, più 4 ore di preparazione nella galleria del vento, struttura che non è presente in Italia, e ciò ci costringe ad andare periodicamente all'estero". "I nostri 'rivalì, invece, - continua Buonfantino - sono molto più forti, grazie a oltre 1000 lanci all'anno, conseguenza di un approccio professionistico alla disciplina sportiva. Insomma noi pugliesi siamo blasonati, ma non da medaglia".
Le classifiche delle gare vengono predisposte dalle giurie con una particolare procedura. "Ci lanciamo in gara a tremila metri, in quattro più un quinto elemento della formazione che filma le nostre figure nell'aria - spiega il capitano della squadra 'Falconè - e dopo l'atterraggio consegna la registrazione alla giuria che esprime una votazione finale per formare la graduatoria. Vengono valutati dalla giuria i primi 35 secondi di caduta libera".
Passione e entusiasmo: il paracadutismo sportivo nasce con forti motivazioni. "Ci siamo esibiti anche a Bari durante le feste per il Santo patrono negli anni scorsi - aggiunge Buonfantino - ma è lo spirito sportivo puro a darci la carica e a impegnarci negli allenamenti, trovando spazi insperati che occupano quasi integralmente il nostro tempo libero con viaggi e sedute di preparazione fisica".
Buonfantino e i compagni di squadra sperano di poter in futuro essere apprezzati dalla Amministrazione comunale di Bari:
"Ci proponiamo per una spettacolare esibizione quando verrà inaugurato il parco verde di Punta Perotti - conclude il medico-paracadutista - per far conoscere il nostro meraviglioso sport a tutta la città, con spettacolari figure in caduta libera nell'aria".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione