Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 12:40

«Carenti servizi sociali comunali ma gli abusi sull'infanzia non vanno in ferie»

«Gravi disservizi nella gestione estiva» sono stati rilevati da Telefono Arcobaleno, linea nazionale contro l'abuso sull'infanzia. I disservizi maggiori, causati dall'assenza di operatori in vacanza sarebebro stati riscontrati in Puglia, Campania, Lazio, Piemonte e in particolare nelle province di Bari, Taranto, Napoli, Latina e Alessandria
ROMA - Carenze e «gravi disservizi nella gestione estiva dei servizi sociali comunali». È quanto ha rilevato Telefono Arcobaleno, la linea nazionale contro l'abuso sull'infanzia.
I disservizi maggiori, causati dall'assenza di operatori in ferie - secondo l'associazione - sono stati riscontrati in Puglia, Campania, Lazio, Piemonte e in particolare nelle province di Bari, Taranto, Napoli, Latina e Alessandria. «In estate non si riscontra affatto una diminuzione delle esigenze socio-assistenziali dei cittadini, delle famiglie, dei minori e degli anziani - spiega Telefono Arcobaleno - ma addirittura in molte aree del paese se ne registra un aumento, per questo il depotenziamento estivo dei servizi sociali non trova alcuna giustificazione».
Da qui l'appello dell'associazione (che mette a disposizione l'equipe del numero verde 800 025777) «alla partecipazione insostituibile e preziosa dei servizi sociali territoriali».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione