Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 07:08

«Riapre la rotta della droga dall'Albania»

Secondo le «Fiamme Gialle» sarebbe ripreso il traffico di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti. Sequestrate a Lecce cocaina ed eroina, a chili. Due arresti
LECCE - Sarebbe ripreso nel Salento - secondo militari della Guardia di finanza - il traffico di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti con l'Albania: i finanzieri hanno sequestrato a Lecce, a conclusione di indagini, un chilo di cocaina e di 3,700 chilogrammi di eroina ed hanno arrestato due cittadini albanesi, un 20enne che abita nel capoluogo con la famiglia e un 30enne clandestino.
A quanto si è saputo, i due giovani sono stati fermati mentre erano a bordo di un ciclomotore, nelle vicinanze del foro Boario, per normali controlli. I militari li hanno perquisiti e li hanno trovati in possesso di un chilo di eroina, suddiviso in pani, nascosto in un borsone. Presumibilmente - secondo gli investigatori - i due albanesi stavano facendo una 'consegnà. In una successiva perquisizione nell'abitazione del 20enne, i militari hanno trovato altri 2,700 chilogrammi di eroina e un chilogrammo di cocaina nascosti in un controsoffitto. La droga, quasi tutta da tagliare, è di provenienza albanese.
Secondo gli investigatori le sostanze stupefacenti avrebbero reso, "immesse" sul mercato, oltre un milione di euro. Proseguono le indagini per identificare i destinatari della merce e la zona in cui doveva essere spacciata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione