Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 20:19

«Barletta primeggia per "lavoro nero"»

E' la prima città per numero di lavoratori «in nero» e irregolari rintracciati dalla Gdf nei primi sei mesi del 2007, mentre Canosa è quella in cui il fenomeno è del tutto marginale
BARI - E' Barletta la città in cui la la Guardia di Finanza ha rintracciato il maggior numero di lavoratori «in nero» e irregolari nei primi sei mesi del 2007, mentre Canosa di Puglia quella in cui il fenomeno è del tutto marginale. In totale sono 103 i lavoratori non assunti regolarmente nella provincia di Bari, secondo la Guardia di finanza, ma il dato tende a crescere di giorno in giorno. Sono, invece, 50 i datori di lavoro controllati e segnalati all'Ispettorato provinciale del Lavoro, in varie categorie di esercizi commerciali, dall'abbigliamento al calzaturificio, al trasporto, al settore della distribuzione alimentare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione