Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 18:49

Sacra Corona, sequestro record a Lecce

I militari del Nucleo Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Lecce, hanno sequestrato e confiscato a due leccesi indiziati di appartenere alla Scu beni per 1.150.000 euro
LECCE - I militari del Nucleo Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Lecce, al termine di indagini di natura patrimoniale e bancaria, hanno sequestrato e confiscato a Mirko De Tommasi di 31 anni, e Carlo Serio, di 33 anni, entrambi leccesi, indiziati di appartenere alla organizzazione di tipo mafioso Sacra Corona Unita (Scu), un patrimonio per un valore complessivo di circa 1.150.000 euro.
Gli investigatori nel corso delle indagini - secondo quanto si è saputo - si sarebbero valsi anche delle dichiarazioni di alcuni pentiti.
I beni sequestrati sono immobili e beni che si trovano nella città di Lecce: tre appartamenti, quattro terreni, cinque locali (di cui uno adibito ad attività commerciale e gli altri quattro per uso depositi), beni mobili (tre autovetture e una moto di grossa cilindrata), e quattro quote societarie del valore di circa 100.000 euro.
Il provvedimento di sequestro e confisca, che segue al sequestro compiuto dai finanzieri dello stesso reparto nel marzo dello scorso 2006, interessa beni risultanti nella disponibilità diretta e indiretta, illecitamente acquisiti, dal valore sproporzionato - secondo gli investigatori - rispetto alla posizione riguardante il reddito e all'attività esercitata dai due pregiudicati e dai componenti dei loro nuclei familiari.
Nei confronti di De Tommasi e di Serio il Tribunale di Lecce ha disposto la sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno nel comune di residenza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione