Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 12:34

Peschici, 3 i morti nel rogo una persona è indagata

E' deceduto in ospedale Domenico De Nittis, di 60 anni, di Peschici (Foggia) rimasto gravemente ustionato nell'incendio che il 24 luglio scorso ha devastato il comune garganico. Intanto, si apprende che una persona è indagata per incendio boschivo colposo, omicidio colposo plurimo, lesioni colpose plurime e rifiuto di atti di ufficio. Rutelli a Peschici: i danni saranno risarciti
BARI - E' morto stamattina in un ospedale di Genova, dove era stato ricoverato, Domenico De Nittis, di 60 anni, di Peschici (Foggia) rimasto gravemente ustionato nell'incendio che il 24 luglio scorso ha devastato il comune garganico. Il numero delle vittime dell'incendio di Peschici è così salito a tre.
De Nittis era stato ricoverato dapprima nell'ospedale di San Giovanni Rotondo ma la gravità delle condizioni avevano determinato il trasferimento in Liguria, in un centro specifico per ustionati.
De Nittis era rimasto ustionato sul 60% del corpo e - come riferì in consiglio regionale il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola - era stato anche colpito da un infarto.
L'uomo era commerciante e proprio per salvare dalle fiamme il suo negozio di ceramiche, sulla strada provinciale che collega Peschici a Vieste, nel territorio di Peschici, era rimasto gravemente ustionato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione