Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 15:11

Sembrava spento ma non lo era brucia il bosco a Peschici

Lo fanno sapere i vigili del fuoco, che stanno operando contro le fiamme. I roghi interessano una zona boschiva a circa metà strada tra Peschici e Vieste in località Malanotte. Sul posto sono al lavoro due pattuglie del Corpo forestale dello Stato, vigili del fuoco e operai civili. Oggi i funerali di Carmela e Romano Fasanella
PESCHICI - Sono riprese a bruciare alcune aree nella zona di Peschici (Foggia). Lo fanno sapere i vigili del fuoco, che stanno operando contro le fiamme. I roghi, a quanto si è appreso, interessano una zona boschiva a circa metà strada tra Peschici e Vieste in località Malanotte. Sul posto sono al lavoro due pattuglie del Corpo forestale dello Stato, vigili del fuoco e operai civili. È atteso l'arrivo di un Canadair della Protezione civile da Pisticci (Matera).
«Potrebbe essere - sottolinea il sindaco di Peschici, Francesco Tavaglione - il residuo di un incendio scoppiato la scorsa notte e che risultava spento stamattina». «Abbiamo ancora poco personale - ha concluso - rispetto ai siti da bonificare che sono molti».
Intanto, oggi, anche numerosi turisti, alcuni dei quali stranieri, hanno partecipato - nella chiesa madre S.Elia profeta nel centro storico di Peschici - ai funeralidei due anziani morti nell'incendio di martedì scorso.
Nella cittadina oggi è lutto cittadino e tanta gente ha voluto stringersi vicino alla famiglia di Carmela e Romano Fasanella, di 81 e 71 anni, rimasti uccisi dalla fiamme mentre si allontanavano in auto dalla zona di Manaccora. Idue corpi sono stati trovati sulla carreggiata non lontano dalla vettura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione