Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 10:54

Tre ragazzi investiti nel Salento

Un uomo ha perso il controllo della sua auto: una 17enne ha subito l'amputazione di una gamba ed è in rianimazione, un 23enne è in prognosi, una 16enne è rimasta ferita alle gambe
CAVALLINO DI LECCE (LECCE) - Una diciassettenne ha subito l'amputazione di una gamba, ha il fegato spappolato ed è ricoverata in gravi condizioni in rianimazione, una sedicenne ha riportato ferite agli arti inferiori, un ventitreenne ha un trauma cranico ed è in prognosi riservata: è il bilancio dell'incidente stradale avvenuto la notte scorsa a Cavallino dove un'autovettura ha investito i tre che erano su un marciapiede.
L'autovettura, una Ford Mondeo, era guidata da Francesco Marzo, guardia giurata di 40 anni, residente a Cavallino ma in servizio a Cremona. Secondo una prima ricostruzione fatta dai carabinieri, l'uomo ha perso il controllo dell'automobile in prossimità di un rondò all'ingresso di Cavallino: la Mondeo è finita sul marciapiede dove si trovavano i ragazzi che, di spalle al rondò, non si sarebbero neppure accorti dell'arrivo dell'autovettura. La Mondeo si è poi schiantata contro il muro del deposito di un garage, ribaltandosi. Marzo è stato sottoposto ad accertamenti clinici che rileveranno anche l'eventuale tasso alcolico.
I tre giovani sono ricoverati all'ospedale Vito Fazzi di Lecce. La sedicenne è stata giudicata guaribile in 30 giorni. Il ventitreenne ha già subito un intervento chirurgico. «Gravi» vengono invece definite dai sanitari le condizioni delle diciassettenne.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione