Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 07:45

In Puglia il congresso dell'Fnsi

Si svolgerà dal 26 al 30 novembre prossimo a Castellaneta Marina. Lo ha deliberato la Giunta Esecutiva della della Federazione Nazionale della Stampa Italiana su mandato del Consiglio Nazionale
ROMA - Il XXV Congresso della Federazione Nazionale della Stampa Italiana si svolgerà dal 26 al 30 novembre prossimo in Puglia a Castellaneta Marina. Lo ha deliberato la Giunta Esecutiva della Fnsi su mandato del Consiglio Nazionale. Al congresso, che sarà organizzato con la collaborazione dell Assessorato al turismo della Regione Puglia - spiega il sindacato -, parteciperanno 312 delegati in rappresentanza delle 20 associazioni territoriali federate nella Fnsi, oltre ai componenti del Consiglio Nazionale uscente, ai rappresentanti di tutti gli enti di categoria e delle organizzazioni giornalistiche internazionali. Al dibattito congressuale parteciperanno giornalisti in rappresentanza di tutte le realtà del mondo editoriale italiano: dai network radiotelevisivi nazionali pubblici e privati, all'emittenza locale, dalla carta stampata quotidiana e periodica, alle agenzie di stampa, ai siti on line e al variegato mondo degli uffici stampa, che ha ormai acquisito con una legge dello Stato piena autonomia e dignità professionale. Vi parteciperanno anche delegati espressione dei collaboratori, del lavoro autonomo, dei freelance e di coloro che lavorano nella difficile condizione del precariato.
Il congresso eleggerà i nuovi quadri dirigenti, che saranno chiamati a guidare il Sindacato unitario dei giornalisti italiani nel prossimo triennio.
«Il dibattito congressuale affronterà, come di consueto - sostiene ancora la Fnsi - tutti i temi di attualità legati alla difesa della libertà di stampa e del libero esercizio della professione giornalistica e alla tutela dei diritti contrattuali, previdenziali e assistenziali della categoria, messi in discussione dalla pervicace ostilità degli editori. Il meccanismo elettorale democratico della Fnsi e delle Associazioni Regionali di Stampa si metterà in moto nei primi giorni di settembre con la costituzione delle Commissioni elettorali regionali che avranno il compito di verificare il corretto svolgimento delle procedure».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione