Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 10:54

Appaltati 15mln per i Monti Dauni

L'annuncio del presidente della omonima Comunità Montana, Ernesto Cicchetti, dà l'avvio all'azione Pit 10 per la difesa del territorio de la realizzazione di infrastrutture
FOGGIA - «Sono stati appaltati interventi per 15 milioni di euro e altri 15 sono da appaltare entro pochi mesi: per questa zona siamo a una vera e propria svolta per invertire la rotta». Così il presidente della Comunità Montana dei Monti Dauni Settentrionali, Ernesto Cicchetti, ha annunciato il pieno avvio dell'azione inerente il Piano Integrato Territoriale (Pit)10, che ha a disposizione 100 milioni di euro per intraprendere azioni di sviluppo. «Fondi che - si legge in una nota della Comunità Monti Dauni Settentrionali - l'ente regionale ha dato in gestione alle due comunità montane dei Monti Dauni per interventi destinati alla difesa del territorio, al miglioramento delle condizioni socio-ambientali e alla realizzazione di diverse infrastrutture». La fase politica che ha attraversato questo ente fino allo scorso dicembre «ci ha costretto a lavorare a ritmi serrati, senza pause, giorno e notte - ha dichiarato Cicchetti - la Comunità Montana è un mega-cantiere aperto. Abbiamo posto rimedio a ritardi che rischiavano di portare alla revoca dei finanzianti. Oggi - ha proseguito il presidente - siamo ad un buon punto ed entro il mese di agosto cercheremo di appaltare tutti i lavori previsti dal Pit». Cicchetti ha posto l'accento sulla misura 1.7 del Piano integrato territoriale (che verrà appaltata a breve), quella che prevede interventi di miglioramento, diradamento, ricostruzione e valorizzazione dei boschi e lotta agli incendi. Le opere già appaltate sono una ventina -riferisce il comunicato - tra queste il ripristino della sientieristica del territorio comunitario (1,9 milioni di euro), i lavori per il consolidamento del campo sportivo di San Marco la Catola (1,2 milioni), il ripristino idrogeologico dei piccoli torrenti di Motta Montecorvino (1,5 milioni), l'ampliamento dell'acquedotto rurale di Alberona (1,2 milioni), la bonifica dell'ex-discarica di Roseto Valfortore (1,1 milioni) e il consolidamento della frana «Vetruco» di Castelnuovo della Daunia (1 milione).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione