Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 22:09

Ostuni - «Della motonave non resterà più nulla»

Lo ha detto il responsabile nazionale della Protezione civile, Guido Berotlaso, in Puglia dopo aver verificato lo stato del lavoro di messa in sicurezza della nave turca Hanife Ana che si è incagliata sulle coste brindisine il 6 febbraio del 2006. La Città pugliese conferirà a Bertolaso la cittadinanza onoraria
Guido Bertolaso - protezione civile BRINDISI - Il direttore del Dipartimento nazionale della Protezione Civile, Guido Bertolaso, ha effettuato stamani un sopralluogo a Costa Merlata, per verificare lo stato dei lavori di demolizione de dell'Hanife Ana, la motonave turca incagliata sulle coste ostunesi dal 6 febbraio 2006. Tra due settimane dell'Hanife Ana resterà solo il ricordo. «Ero certo che la ditta Teseco avrebbe svolto un ottimo lavoro - ha detto Bertolaso- ed ero altrettanto certo che saremmo riusciti a mantenere gli impegni che avevamo preso con il sindaco, con la comunità e con tutta la cittadinanza e il territorio. Non era un lavoro semplice in quanto questa era una nave lunga quasi quanto due stadi di calcio messi insieme, 160 metri, oltre 5 mila tonnellate, in una situazione logistica non semplice. Il lavoro è stato complicato soprattutto perché non si sapeva cosa c'era dentro le stive nel senso che il rischio di trovare parecchi idrocarburi era reale e quindi vi erano alte possibilità di inquinare il territorio». «Tutto, invece, è stato fatto con grande perizia e credo che questo vada a merito di chi è stato il reale esecutore dell'intervento - ha commentato Bertolaso - credo che abbiamo fatto le cose a tempo di record».

Dopo il sopralluogo, Bertolaso ha partecipato ad una conferenza stampa, nella quale il direttore dei lavori di demolizione Ievolella ha illustrato tutte le fasi dell'intervento. Il presidente dell'impresa toscana, Gualtiero Masini ha sottolineato la sinergia delle varie istituzioni che «hanno utilizzato il buon senso nella soluzione di un problema che evidentemente era sentito da tutto il territorio». Grande soddisfazione è stata espressa anche da Sindaco di Ostuni, Domenico Tanzarella. «Penso che oggi sia una bella giornata per la nostra città - ha affermato - il territorio ringrazia perché siamo alla fase finale dell'operazione che è andata in porto meglio del previsto tenuto conto di quello che accade spesso. Devo ringraziare tutte le istituzioni che hanno seguito insieme a noi questa vicenda, ma anche tutta la stampa regionale e nazionale che ha avuto un ruolo determinante nel supportare le istituzioni. Consentitemi, però - ha concluso il sindaco - una citazione particolare per Guido Bertolaso che dimostrato come deve essere un degno rappresentate di un ruolo istituzionale, sempre capace di assumersi delle responsabilità. Presto la Città di Ostuni sarà onorata di annoverarlo tra i propri cittadini onorari, quale forma di gratitudine verso un uomo dello stato che ha dimostrato grande attaccamento ai problemi del nostro territorio». E a proposito della cittadinanza onoraria, Bertolaso ha detto: «Sarebbe un grande onore per me e per tutta la Protezione civile. Sicuramente Ostuni mi avrà tra i suoi turisti, perché se riuscirò a prendere una settimana di vacanza durante il prossimo mese di agosto, è in questa terra che vorrei venire a trascorrere i pochi giorni di ferie».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione