Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 17:28

La Basilicata aiuta la Puglia: 250lt d'acqua al secondo in più

Per affrontare la crisi idrica che il territorio pugliese sta attraversando, fino al 20 luglio la regione aumenterà la quota che, fino ad oggi, era di 4,160 metri cubi al secondo
POTENZA - Fino al 20 luglio la Basilicata aumenterà di 250 litri al secondo (rispetto agli attuali 4,160 metri cubi al secondo) la quota di acqua destinata alla Puglia, di cui almeno 60 litri "recuperabili attraverso una riduzione delle forniture industriali", per affrontare la crisi idrica che il territorio pugliese sta attraversando.
E' questo il contenuto di un accordo firmato stamani a Potenza dall'assessore regionale della Puglia alle Opere pubbliche, Onofrio Introna, dal presidente della Giunta regionale lucana, Vito De Filippo, dal segretario generale dell'Autorità di Bacino della Basilicata, Michele Vita, e della Puglia, Antonio Di Santo, dal rappresentante del Provveditorato Interregionale per le Opere pubbliche di Puglia e Basilicata, Nicola Duni, e da quello dell'Ente Irrigazione di Puglia e Basilicata, Giuseppe Merlino, nell'ambito delle decisioni prese dal Comitato di coordinamento dell'Accordo di programma.
La portata normale di acqua concessa dalla Basilicata alla Puglia è di 3.900 litri al secondo, aumentata dal primo luglio fino a 4.160 litri. Con i 250 litri in più previsti dall'accordo si raggiunge "la quantità idrica invernale - ha spiegato Introna - pari a circa 4.400 litri, che ci permette di tirare un sospiro di sollievo. Siamo soddisfatti e ringraziamo la Basilicata, che con la sua sensibilità ci permette di affrontare la difficoltà dei territori di Taranto, Lecce e Brindisi", in seguito a una riduzione del flusso proveniente dal Sele-Calore di circa 1.200 litri al secondo.
L'acqua verrà prelevata dalle dighe lucane di Monte Cotugno, dello schema idrico del Sinni, e del Pertusillo (dal fiume Agri). Un nuovo incontro, ha spiegato Vita, "si terrà il prossimo 20 luglio, per valutare le misure da attuare in relazione alla situazione".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione