Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 13:14

Puglia, protocollo d'intesa per il Distretto della Meccatronica

Il commento del presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola: «Se dovessi immaginare uno slogan per la giornata di oggi mi verrebbe in mente il futuro è ora»
BARI - "Se dovessi immaginare uno slogan per la giornata di oggi mi verrebbe in mente il futuro è ora».
Con queste parole il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola ha presentato il Protocollo d'intesa siglato, presso gli uffici della presidenza regionale, per la costituzione del Distretto della Meccatronica tra Università degli Studi di Bari, Politecnico di Bari, il Gruppo Bosh (centro studi componenti per veicoli), Getrag, Magneti Marelli Powertrain, il Centro ricerche Fiat/Fiat Powertrain technologies, Sintesi, la Confindustria di Bari, e ancora la Mer Mec, Msmec, Itel telecomunicazioni e il Centro Laser. È Il futuro è ora «perchè - ha spiegato Vendola - la Puglia sta uscendo timidamente da una lunghissima fase di stagnazione forse non soltanto economica. Gli indicatori ci dicono di un'interessante ripresa di alcune attività, ci dicono di un andamento dei consumi che in qualche maniera rappresenta il termometro di una fiducia del cittadino consumatore e del cittadino imprenditore. Tuttavia - ha sottolineato ancora Vendola - c'è un indicatore tra i tanti positivi che nella sua negatività ci racconta le problematiche strutturali del sistema d'impresa pugliese ed è l'indicatore dell'export che ci racconta esattamente la fatica di un sistema d'impresa polverizzato a potersi confrontare con i competitors che sono giganti, a volte voraci». Secondo Vendola, quindi, è importante «non accontentarci di un'onda positiva ma il problema è come strutturiamo - ha detto - questo inizio di congiuntura positiva e di come dotiamo questa positività di un carattere organico, strutturale. Non dovremmo mai sentirci schiavi della congiuntura, ma strutturare gli elementi di un'altra tipologia di competitività per il nostro sistema». Cinque le principali aree tecnologiche individuate dai soggetti promotori che costituiranno anche una società consortile.
"Abbiamo inaugurato il distretto dell'hi-tech nella filiera agroalimentare, lavora alacremente il distretto delle nanotecnologie, alla ripresa autunnale pensiamo di poter inaugurare il distretto dell'avionico, oggi inauguriamo il distretto della meccatronica e vorrei dare la notizia - ha detto presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola - che è stato varato il disegno di legge sui distretti produttivi e che nel prossimo Consiglio regionale probabilmente lo trasformeremo e in legge della Regione Puglia». A presentare il distretto della meccatronica il presidente il presidente dell'Arti Gianfranco Viesti, il prsidente di Confindustria Bari Alessandro Laterza e i rappresentanti dell'Università, del Politecnico e delle 9 aziende interessate. Vendola ha ricordato che in Puglia un distretto della meccatronica c'era già ma ognuno lavorava per sè, il passo in avanti fatto oggi è quello della cooperazione, si tratta per il presidente «di un atto politico». Secondo Viesti «questo distretto parte molto ambizioso» perchè «punta su più ambiti, perchè assumerà ricercatori stabilmente per essere tra i migliori, o il migliore in Europa» ed è innovativo anche perchè «si pensa prima ai contenuti e poi ai finanziamenti», che saranno regionali con fondi europei e nazionali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione