Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 19:07

Fausto Bertinotti a Polignano a mare al Festival del Libro

Ad aprire gli incontri sarà il viaggio nel riscatto calabrese dalla 'ndrangheta, il ritratto inedito e a tutto tondo di una terra piena di contraddizioni, la Calabria, fatta da Michele Cucuzza all'indomani del delitto Fortugno. Presenterà il libro «Ma il cielo è sempre più blu», con uno dei ragazzi che ha guidato la ribellione dei giovani calabresi
BARI - Inizia mercoledì 11 luglio, nel centro storico a Polignano a Mare, il Festival letterario «Il libro possibile». Un appuntamento organizzato dall'Associazione Culturale Artes, dal Presidio del Libro Licei Cartesio e dalla scrittrice Maria Gabriella Genisi con il patrocinio di Regione Puglia, Provincia di Bari e Comune di Polignano a Mare, per chi ama la lettura, per chi vuol cominciare a leggere, per chi vuole ascoltare dal vivo gli autori che più lo appassionano. I rintocchi di Piazza dell'orologio nel cuore del centro storico daranno il via alla scoperta di spazi «possibili» per la sesta edizione della rassegna. I temi sociali, la legalità, ma anche inaspettate scoperte, animeranno la prima serata della manifestazione.
Ad aprire gli incontri sarà il viaggio nel riscatto calabrese dalla 'ndrangheta, il ritratto inedito e a tutto tondo di una terra piena di contraddizioni, la Calabria, fatta da Michele Cucuzza all'indomani del delitto Fortugno. Presenterà il libro «Ma il cielo è sempre più blu», con uno dei ragazzi che ha guidato la ribellione dei giovani calabresi: Aldo Pecora.
La cronaca diventa motivo di studio per Manlio Castronuovo, autore di «Vuoto a perdere - Le brigate rosse, il rapimento, il processo e l'uccisione di Aldo Moro». Un affascinante viaggio all'interno dell'affare Moro per conoscere verità e chiarire dubbi di uno degli avvenimenti più drammatici della storia italiana del secolo scorso. «La città degli uomini. Cinque riflessioni in un mondo che cambia» sarà l'evento principale della serata. Nel libro il Presidente della Camera, Fausto Bertinotti affronta i temi cruciali del mondo contemporaneo: dalla crisi della democrazia, al terrorismo, alle relazioni fra l'Europa e gli Stati Uniti.
Converserà con lui Dario Vergassola, un ospite fisso del Festival, che al pubblico parlerà anche di «Sparla con me» il frutto delle interviste possibili e impossibili realizzate nel salotto di Serena Dandini.
Dall'ironia e l'impertinenza di Vergassola all'occhio analitico sugli esperimenti nazisti grazie alla giornalista Cinzia Tani e il suo «L'insonne», un libro crudo e avvincente, una storia che inizia nella Berlino degli anni quaranta e arriva alla Parigi degli anni sessanta. Dal serio al faceto, con un occhio al cambiamento del costume in Italia. «Per amore e per forza», la biografia di Ilona Staller, che racconta della sua vita senza lasciar nulla al caso o alla fantasia.
La serata prevede l'intervento della poetessa Marthia Carrozzo e proseguirà con i racconti di Vittorino Curci, autore di «Era notte a Sud», un campionario di lunatici, imbranati e mentecatti immersi in situazioni paradossali, raccontati con uno stile poetico e mai amaro. Chiuderà la giornata Francesco Venditti, figlio del noto cantautore, in veste di scrittore per presentare il suo «My sweet family», la storia di una famiglia raccontata con rabbia dal giovane protagonista. E poi ancora musica, danza, gospel.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione