Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 04:06

Brindisi - Sequestrato un lido

Agenti della Guardia Forestale hanno messo i sigilli al "lido Arena", ad Apani-Torre Testa, contestando alla proprietaria di aver edificato le strutture in zona demaniale senza autorizzazioni
Corpo Forestale dello Stato BRINDISI - Un intero complesso balneare, il "Lido Arena" è stato sequestrato dalla Guardia forestale a conclusione di un sopralluogo eseguito all'interno della struttura. Le contestazioni: sarebbe stato realizzato su una zona di demanio marittimo della costa brindisina, in località Apani -Torre Testa, senza le dovute autorizzazioni,
Il lido è costituito da due schiere di cabine in muratura poste ai lati dell'ingresso, da un manufatto centrale, e da un parcheggio auto con 2 varchi di accesso alla spiaggia sottostante. Tutte opere che secondo gli agenti della Forestale sarebbero state realizzate in assenza delle prescritte autorizzazioni demaniali e doganali. Sempre secondo la Forestale, si tratta peraltro di opere non compatibili con il paesaggio e quindi non condonabili.
L'individuazione del limite dell'area demaniale è stata fatta tramite consultazione di una stampa-stralcio cartografico del Sistema Informativo Demanio Marittimo. La proprietaria del lido è stata denunciata per reati che vanno dalla costruzione di opere sia provvisorie sia permanenti in prossimità della linea doganale e del mare territoriale, senza l'autorizzazione del direttore della circoscrizione doganale, alla occupazione e innovazione di opere abusive su zone del demanio marittimo. Contestate anche l'arbitraria occupazione di spazio demaniale e l'inosservanza dei limiti alla proprietà privata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione