Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 04:07

San Marco in Lamis - Tre serate di fine luglio in compagnia di virtuosi del jazz

«Jazzinlamis Festival 2007» (dal 26 al 28) un festival, ormai internazionale, che vedrà la partecipazione di artisti come Horatio "El negro" Hernandez e Ray Gelato. Gratuiti tutti gli spettacoli (due i siti internet dedicati: www.jazzinlamis.it e www.sanmarcoinlamis.net)
San Marco in Lamis - Tre serate di fine luglio in compagnia di virtuosi del jazz
Jazz SAN MARCO IN LAMIS (Foggia) - Dal 26 al 28 luglio con «Jazzinlamis Festival 2007» il Gargano diventa terra di jazz. Organizzata dall'associazione «Jazzinlamis», la manifestazione assume quest'anno caratteri internazionali a causa della importanza degli artisti ospiti delle tre serate.
L'entusiasmo che da diverso tempo muove gli organizzatori, quest'anno ha contagiato anche il Comune di San Marco in Lamis e la Comunità Montana che, nonostante il periodo di grosse difficoltà economiche, hanno comunque investito in questo progetto culturale affiancandosi ai sostenitori convinti, che da anni sostengono questo festival.
È ormai abitudine per il festival dedicare un'intera serata alla musica etnica. Infatti «Jazzinlamis» si apre il 26 luglio con «Gargano Elegy - concerto per il mio Gargano» un omaggio di Teo Ciavarella (direttore artistico del Festival) alla sua terra. Una formula che rende protagonisti il canto struggente di Salvatore Villani, studioso e docente di etnomusicologia, le sonorità uniche del sassofonista Antonio Marangolo, l'esperienza di Maurizio Minardi alle tastiere e ai campionatori, l'estro di Felice del Gaudio al contrabbasso sommati ad un organico classico- sinfonico dal grande impatto sonoro, l'Orchestra giovanile dauna.
Teo Ciavarella ha trasportato per questo insolito ensamble i canti popolari del Gargano.
A partire dal 27 luglio la cittadina pugliese accoglierà il jazz internazionale con il quartetto del batterista cubano, vincitore del Grammy Award, Horatio "El negro" Hernandez. Un gruppo formato da musicisti cubani che suonano un "latin jazz" coinvolgente, di grande energia ed efficacia. Il batterista vanta collaborazioni di grande importanza: suona stabilmente nel Michel Camilo Trio, ha collaborato con Michael Brecker, con Gonzalo Rubalcaba, con Tito Puente e Paquito D'Rivera e ha partecipato a "Supernatural" di Carlos Santana. In Puglia lo vedremo accompagnato da Amik Guerra alla tromba e al flicorno, Ivan Bridòn Nàpoles alle tastiere e Daniel Martìnez Isquierdo al basso (questo il suo sito ufficiale: www.elnegro.com).
Il Festival si chiude con Ray Gelato, il musicista noto come «l'imbattuto campione dei pesi massimi dello swing». Inglese di origine italiana, ha composto gli arrangiamenti più conosciuti di brani come «That's Amore», «Mambo Italiano» e «Tu vuò fa' l'americano». Una musica, la sua, di altissima qualità, tanto che ormai Ray Gelato è ospite fisso all'UmbriaJazz, dove regala sempre performance di altissimo livello, grazie anche alla bravura dei suoi musicisti (questo il suo sito ufficiale: www.raygelato.com).
Gli spettacoli delle tre serate di «Jazzinlamis» saranno tutti gratuiti.
Angela Fariello

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione