Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 09:59

Incendi devastano la macchia mediterranea di Puglia

Focolai e roghi ad Ostuni, nel Brindisino e sul promontorio del Gargano con disagi anche alla circolazione ferroviaria
MACCHIA MEDITERRANEA IN FIAMME A OSTUNI
Con la stagione estiva - secondo funzionari del Corpo forestale dello Stato - è ripresa l' emergenza incendi in Puglia: anche oggi si registrano alcuni focolai.
Il più importante - a quanto si è saputo - è sul costone che da Ostuni scende verso il mare nella località Sant' Oronzo dove c'è macchia mediterranea. Sul posto sono al lavoro squadre di forestali e vigili del fuoco e un elicottero del corpo che ha una cisterna con una capienza di 9.000 litri di acqua e ha già fatto un paio di lanci.

Altri focolai sono sul promontorio del Gargano dove, dall'inizio del mese sosta un piccolo elicottero del corpo, che ha una capienza di 500 litri, è molto agile ed è utile per interventi veloci. Oggi in particolare i forestali sono impegnati in principi di incendi a Vico del Gargano, nella località Calenelle, e a Peschici nella località Montepucci.

DISAGI AI TRENI PER ROGHI NEL BRINDISINO
Un incendio di boschi e sterpaglie che ieri sera ha interessato nel brindisino la zona di Serranova ha provocato seri disagi alla circolazione ferroviaria impedendo il passaggio di tre treni a lunga percorrenza bloccati per circa tre ore nella stazione ferroviaria di San Vito dei Normanni.
Si tratta dell'Espresso 906 Lecce Milano, del diretto per Milano 926 e dell'Intercity Lecce Roma.
Il blocco del tratto ferroviario è cominciato dopo le 21.30 ed è durato fino ad oltre la mezzanotte. Per domare le fiamme sono state necessarie circa tre ore. Le fiamme hanno lambito la tratta ferroviaria e per prudenza si è stabilito di fermare i treni nelle stazioni più vicine e sicure. Per i viaggiatori nessun rischio concreto ma solo disagi.
Prima di far ripartire i treni è stato anche compiuto un sopralluogo e verificata la integrità della linea ferroviaria lambita dal fuoco.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione