Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 00:37

Nave affonda nel Salento

È il cargo turco "Tevfik Kaptan" e si trova al largo del capo di Santa Maria di Leuca, nello Jonio. L'equipaggio ha abbandonato l'imbarcazione e ora sono scattate le operazioni per evitare l'inquinamento di quel tratto di mare
Nave turca Tevfik Kaptan GALLIPOLI (Lecce) - Nave cargo in difficoltà al largo del capo di Santa Maria di Leuca: è il "Tevfik Kaptan" e batte bandiera turca. Sulla nave, che è inclinata di 40 gradi, ci sarebbero - a quanto si è saputo - serbatoi contenenti ingenti quantitativi di olio lubrificante e nafta.
Era partita dal porto di Ortona (Chieti) ed era diretta in Algeria, con un carico di acciaio in balle. È lunga 60 metri e ha la stazza di circa 500 tonnellate.
Sul posto per le operazioni di soccorso si trovano due motovedette della Capitaneria di porto di Gallipoli, che coordina le operazioni, e unità navali dei Carabinieri e della Guardia di finanza.
Pochi minuti dopo le 16 l'equipaggio e il comandante del cargo turco hanno abbandonato la nave a bordo di due scialuppe. La decisione è maturata dopo che si era tentato inutilmente di riportare la nave in condizioni di sicurezza. Il comandante, considerata la situazione, ha così ordinato al suo equipaggio di abbandonare la nave.
Dalle prime dichiarazioni rilasciate agli uomini della Guardia Costiera di Gallipoli che dirigono le operazioni di soccorso, la nave avrebbe imbarcato acqua fino a riempire le stive. Pertanto non vi sarebbe più alcuna possibilità di evitarle l'affondamento. Sul posto sono presenti oltre alle motovedette della Guardia di costiera anche il battello disinquinante della società "Castalia Ecolmar" convenzionata con il ministero dell'Ambiente, giunto da Otranto.
Al fine di contenere gli effetti di un inquinamento dovuto al probabile affondamento della nave, con possibile versamento in mare di lubrificanti e combustibili, è in arrivo dal porto di Crotone un "Supply vessel" della stessa Castalia in grado di svuotare i serbatoi della nave.
I dieci membri dell'equipaggio del cargo turco sono scesi a terra e sono stati accompagnati a Santa Maria di Leuca (Lecce). Sono in buone condizioni fisiche e nelle prossime ore saranno sistemati in un albergo a spese dell'armatore.
Per domani alle 9 nella Capitaneria di porto di Gallipoli è stata convocata una riunione tecnica alla quale dovrebbero partecipare anche rappresentanti della Prefettura di Lecce e i sindaci dei Comuni leccesi di Patù, Castrignano del Capo e Morciano di Leuca, i cui litorali sono interessati direttamente dalla presenza del cargo in difficoltà.
Dalla Capitaneria si fa presente che sono state adottate tutte le misure di sicurezza per evitare problemi di inquinamento marino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione