Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 17:53

Foggia - Esercitazione di soccorso

La base dell'Aeronautica militare di Amendola sarà il cuore della "Squalo 2007", condotta con le Capitanerie di porto, velivoli delle tre forze di polizia, Protezione civile, Croce rossa e speleologi dal 25 al 28 giugno
Sala radar FOGGIA - «Integrare le varie componenti del soccorso per rendere possibile una perfetta interoperabilità»: è lo scopo dell'esercitazione internazionale di ricerca e soccorso «Squalo 2007» che si svolgerà da lunedì 25 a giovedì 28 giugno. L'attività simula la ricerca e soccorso di un aereo incidentato, con interventi di tipo Sater / Samar (fase aeroterrestre/marittima), pianificata nel quadro dell'applicazione dell'accordo internazionale s.a.r. Med/Occ (Search And Rescue/Mediterraneo Occidentale, ricerca e soccorso). Quest'anno, per la prima volta, l'esercitazione verrà condotta in forma congiunta tra l'Aeronautica militare, responsabile per la fase Sater, ed il corpo delle Capitanerie di porto, responsabile per la fase Samar.
All'evento parteciperanno anche coordinatori ed assetti aerei dei servizi di Soccorso aereo (s.a.r.) di Francia e Spagna con la partecipazione di delegazioni di personale osservatore di varie nazionalità.
Per la parte italiana, saranno presenti anche velivoli dell'Aeronautica Militare, mezzi aereo-navali dei Carabinieri, della Guardia Costiera, della Guardia di finanza e della Polizia di Stato.
Alla fase Sater parteciperanno anche personale e mezzi del Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico (Cnsas), del Servizio regionale della Protezione civile Molise, del Servizio regionale 118 di Campobasso, del Corpo forestale dello Stato, delle Guardie ecologiche provinciali di Campobasso e delle Infermiere volontarie della Croce rossa italiana.
Le operazioni si svolgeranno con il rischieramento dei velivoli e della Direzione congiunta delle operazioni presso l'aeroporto dell'Aeronautica militare di Amendola (Foggia).
Durante la ricerca aeroterrestre (fase Sater) il coordinamento e la condotta delle attività avverranno mediante l'uso dell'Unità mobile di controllo ed assistenza al volo (Umocav.) rischierata ad Amendola ed interessando la zona sud dell'area Molise, tramite l'Unità radio mobile (Urm.) costituente il Posto base avanzato (Pba) posizionata in località Bonefro (Campobasso), dove verrà anche costituito un campo base.
Per la ricerca aeromarittima (fase Samar), invece, verrà interessata un'area del Golfo di Manfredonia e del basso Mar Adriatico; il coordinamento e la condotta delle attività avverranno per il tramite della sala operativa del 6° Mrsc di Bari, sotto la supervisione e controllo della Direzione congiunta rischierata ad Amendola.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione