Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 05:50

La «Favola» dei Negramaro in un libro

Lucio Palazzo, 33enne giornalista che collabora dal '97 con la redazione spettacoli de La Gazzetta del Mezzogiorno, ha raccolto la storia della rock band salentina
ROMA - Un libro racconta i Negramaro, i sei ragazzi che passo dopo passo costruiscono il consenso tra il pubblico degli appassionati di musica e che ora si godono il primato nella classifica degli album più venduti della settimana con «La finestra». Il libro - autore Lucio Palazzo, 33enne giornalista professionista che collabora dal '97 con la redazione spettacoli de La Gazzetta del Mezzogiorno, ed ha collaborato con alcune trasmissioni Rai, fra cui Unomattina - esce oggi e propone interventi di Alessandro D'Alatri, Caparezza, Gino Castaldo, Corrado Rustici, Fabio Volo. Il testo (Aliberti Editore, 192 pagine, prezzo 14 euro, collana «Chewing Gum - Parole da Masticare», diretta da Massimo Cotto) racconta la «favola» della rock band salentina e spiega come può succedere oggi, in anni in cui le vendite dei dischi crollano, che un gruppo di sconosciuti dalla periferia del Paese riescano in pochi mesi a diventare la più importante rock band italiana. Chi sono i ragazzi che comprano i cd dei Negramaro? In quale Italia vivono e in quale Italia vivranno? Questo cerca di capire il testo di Palazzo, con un libro che non è una biografia nel senso proprio del termine, quanto piuttosto di una conversazione attorno alla vicenda di sei ragazzi che in pochissimo tempo, in un Paese dove le nuove generazioni non hanno spazio per esprimere il loro talento, partendo dalla provincia di Lecce sono diventati il gruppo musicale di riferimento per il pop/rock italiano. Nel corso dei capitoli il discorso si allarga ad altro: le difficoltà di emergere in un'Italia «vecchia» senza ricambio generazionale, i ruoli di province e metropoli che si scambiano, il talento non reputato come un valore, le prospettive future del mercato musicale.
Nel libro il contributo di aneddoti, retroscena, segreti, consigli, opinioni dalla voce di Caparezza, del critico musicale Gino Castaldo, del regista Alessandro D'Alatri, del musicista produttore Corrado Rustici e di Fabio Volo. Il testo raccoglie alcune interviste esclusive che segnano le tappe più importanti della carriera del gruppo fin dagli inizi.
La prefazione è di Pierfrancesco Pacoda, nato a Lecce, bolognese d'adozione, critico musicale, autore di diversi libri, caporedattore di «Hot» e collaboratore di Manifesto, Espresso e Ulisse. Il libro è realizzato con la collaborazione di «Italgest - Futuro Quotidiano», società che opera nelle soluzioni per le energie alternative.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione