Cerca

Martedì 19 Settembre 2017 | 22:51

Foggia - Pregiudicato ucciso in agguato

Francesco Spiritoso era considerato personaggio di spicco della criminalità locale. Forse l'agguato riconducibile allo scontro nella criminalità organizzata, la «Società», foggiana
FOGGIA. - E' morto, ucciso in un agguato, Francesco Spiritoso, di 48 anni, di Foggia, noto anche come «Capone». È accaduto poco dopo la mezzanotte a Foggia dove l'uomo era considerato personaggio di spicco della criminalità locale. A sparare, secondo i primi accertamenti, sarebbero stati in due sopraggiunti su un ciclomotore, avrebbero esploso numerosi colpi di arma da fuoco ferendo a morte l'uomo. Immediatamente soccorso il 48enne è morto durante il trasporto in ospedale. Sono in corso indagini della squadra mobile di Foggia. È da ricordare che il 48enne era rimasto coinvolto nelle due operazioni contro la criminalità organizzata nel capoluogo dauno «Double edge» e «Carpe diem» ma sembra che non si fosse schierato nello scontro tra le due principali fazioni attualmente in lotta tra loro.
Secondo la ricostruzione degli investigatori l'uomo era seduto dinanzi ad un chiosco alla periferia del capoluogo quando sono sopraggiunti i due killer, a volto coperto, su un ciclomotore, uno di loro ha fatto fuoco e tre proiettili hanno ferito il 48enne spirato poco dopo durante il trasporto in ospedale. Sono in corso indagini per accertare se l'agguato possa essere riconducibile allo scontro nella criminalità organizzata, la «Società», foggiana, una ipotesi rafforzata da un ferimento avvenuto nei giorni scorsi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione