Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 09:33

«Troppi colombi a Conversano»

Il sindaco ha vietato agli abitanti di somministrare cibo ai volatili ed ha invitato i proprietari di immobili in stato di abbandono a chiudere tutti i siti di accesso e a rimuovere gli accumuli di guano
CONVERSANO (BARI) - Il sindaco di Conversano, Francesco Iudice, alla guida di una giunta di centro, ha emesso una ordinanza che prevede norme di prevenzione contro il proliferare di colombi. Lo rende noto un comunicato dell'Amministrazione comunale.
Obiettivo della iniziativa «è una sensibile riduzione ed il controllo numerico dei volatili in misura compatibile con la realtà urbana, onde evitare pericoli per la salute pubblica e deterioramento dei beni monumentali ed architettonici».
Nella nota del Comune si sottolinea che «i colombi urbanizzati, infatti, si riproducono ogni mese dell'anno ed hanno assunto un comportamento sedentario con una scarsissima tendenza a spostarsi, creando così un serio pericolo a causa del guano che rilasciano nei sottotetti, sulle chiese, sui monumenti e nelle vie cittadine».
I colombi, inoltre, - si ricorda - risultano nocivi anche perché portatori di malattie dirette, quali salmonella sacies, clamidiosi ed altre, od indirette da zecche del tipo Argas Refluxes. Il sindaco ha vietato agli abitanti di somministrare cibo ai colombi ed ha invitato i proprietari di immobili in stato di abbandono o sfitti da lungo tempo a chiudere tutti i siti di accesso alle stanze, soffitti, abbaini, e a rimuovere gli accumuli di guano. Le infrazioni alle disposizioni comporteranno una sanzione amministrativa dai 50 ai 300 euro.
Nella ordinanza si invitano anche proprietari e amministratori di immobili a posizionare dissuasori fisici per l'allontanamento di colombi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione