Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 16:51

Municipio chiuso, sindaco chiama i vigili

Il neo eletto primo cittadino di Taranto voleva entrare nel suo ufficio, ma il portone era sprangato, come ogni fine settimana. «E' assurdo per un comune in dissesto»
TARANTO - «Con la marea di problemi che ha la città mi sembra assurdo che il Municipio debba restare chiuso nel fine settimana. E' fuori da ogni regola». Lo dice il neo-sindaco di Taranto (Comune dichiarato in dissesto finanziario), Ippazio Stefano, da tre giorni entrato nel pieno delle sue funzioni dopo essere stato eletto in modo plebiscitario (76% dei voti), appoggiato da una coalizione di centrosinistra senza la maggioranza Ds e la Margherita.
Ieri - come riferito nelle pagine odierne di cronaca dal quotidiano 'La Gazzetta del Mezzogiorno' - Stefano si è presentato di primo mattino a Palazzo di città per recarsi in ufficio, ma ha trovato il portone sprangato. Il sindaco ha atteso un bel pò, poi infastidito ha telefonato col cellulare ai vigili urbani perchè arrivasse qualcuno ad aprire il municipio, scoprendo che da anni nel fine settimana Palazzo di città resta chiuso.
«Posso capire che ciò avvenga quando l'organizzazione è perfetta - dice Stefano rintracciato telefonicamente - ma qui veniamo da un dissesto. Anche nel fine settimana, compresa la domenica, in Comune ci dovrà essere un punto di riferimento per i cittadini. Non ce l'ho con nessuno, diciamo che ce l'ho con l'organizzazione. Ne parlerò comunque con i sindacati».
Ieri Stefano ha dovuto anche imporre, con un giro di telefonate, la pulizia del lungomare cittadino, che era impraticabile per chi avesse voluto fare una passeggiata. «In questa città - sostiene Stefano - serve una responsabilità diffusa. Occorre tempo, ma io ci proverò».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione