Cerca

Martedì 19 Settembre 2017 | 17:27

Itinerante il Teatro pubblico pugliese

Presentato il cartellone per la stagione 2007-2008, un appuntamento lungo venti spettacoli, che si alterneranno in cinque luoghi diversi della città. Ricco il calendario con molti nomi famosi
BARI - Un appuntamento lungo venti spettacoli, che si alterneranno in cinque luoghi diversi della città, e che offre l'occasione di incontrare, tra gli altri, Paolo Poli, Enzo Vetrano, Luca De Filippo, Lella Costa, Toni Servillo, Roberto Herlitzka, Ascanio Celestini, Eimuntas Nekrosius, Moni Ovadia e Carlo Cecchi. E' la stagione promossa dal Comune e organizzata dal Teatro pubblico pugliese presentata stamattina a Bari dall'assessore alla cultura Nicola Laforgia e da dirigenti del Teatro pubblico.
Il cartellone si presenta ricco di appuntamenti di rilievo che si articolano in varie sezioni. Una per così dire classica che propone, tra l'altro, una prima nazionale di «Pensaci Giacomino» di Pirandello nella riduzione interpretata da Enzo Vetrano (24 ottobre), Paolo Poli, Luca De Filippo con «Le voci di dentro», Anna Bonaiuto, Toni Servillo, Carlo Cecchi, Roberto Herlitzka in «Edipo a Colono» e Eimuntas Nekrosius in «Anna Karenina». Una dedicata alla tecnica della narrazione che, oltre a Panaro, ospiterà Michele Sinisi e Saverio La Ruina. Un'altra ancora dedicata alla danza che si terrà nel Kimset, un'altra ai monologhi nel Teatro Abeliano, mentre il Kursaal Santalucia ospiterà il teatro ironico e satirico di Alessandro Bergonzoni, Lella Costa e Paolo Hendel.
«E' questa la terza stagione curata da questa amministrazione e in questi anni - ha detto Laforgia - abbiamo lavorato soprattutto per creare una situazione di dialogo tra coloro che operano in città in questo settore e credo di poter dire che abbiamo raggiunto dei risultati". Laforgia ha ricordato che nella stagione sono coinvolti i quattro teatri della città, Piccinni, Kursaal, Abeliano e Kismet, ognuno con una specificità di programmazione e pubblico, ai quali quest'anno si aggiunge lo spazio dell'Auditorium Vallisa, che ospiterà la compagnia Dighilev e l'attore Poalo Panaro con una rassegna dedicata alle 'Pratiche della narrazione».
«Abbiamo inoltre aumentato il numero delle proposte - ha continuato Laforgia - che sono diventate venti. Questa ci sembra la maniera migliore per intercettare domande differenti». A questo proposito è stato ricordato che in questi tre anni le presenze sono salite da 16.229 a 20.750.
L'abbonamento base prevede dieci spettacoli: gli otto che si terranno nel Teatro Piccinni, più altri due che lo spettatore sceglierà tra quelli proposti negli altri teatri.
Per attirare gli spettatori più giovani, da alcuni anni ormai la scommessa piùimportante per i gestori di teatri, oltre ad alcune facilitazioni sono state programmate tre recite nel teatro Piccinni riservate esclusivamente agli studenti liceali. Ad ogni spettacolo sarà collegato l'incontro con gli interpreti o i registi «Dopo la prima»; per favorire gli abbonati, infine, l'azienda municipalizzata dei trasporti curerà i servizi di Bus navetta che partiranno dal centro città.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione