Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 19:41

Troppe vittime in Puglia, «Andare lento è rock»

Solo nel 2005 nella regione si sono verificati 9.500 incidenti stradali, soprattutto nelle province di Bari e di Foggia, con un bilancio di 349 morti, la maggior parte dei quali erano giovani fra i 19 ed i 25 anni. La Regione Puglia con l'attore Dario Vergassola ha lanciato una Campagna di informazione e di educazione alla guida
Dario Vergassola BARI - Solo nel 2005 in Puglia si sono verificati 9.500 incidenti stradali, concentrati soprattutto nelle province di Bari e di Foggia, con 349 persone morte. Oltre il 97% delle cause è riconducibile a comportamenti non virtuosi da parte di chi guida e sono soprattutto i giovani dai 19 ai 25 anni ad essere coinvolti. Dati allarmanti, che hanno indotto la Regione Puglia a far partire una Campagna di comunicazione, formazione e informazione. L'iniziativa è stata presentata in un incontro dal presidente della giunta della Regione Puglia, Nichi Vendola, dall'assessore regionale ai Trasporti, Mario Loizzo, e dall'attore Dario Vergassola, testimonial della campagna e protagonista di uno spot che sarà trasmesso da televisioni e radio della regione.
Per l'iniziativa ci sono risorse finanziarie del piano triennale (sette milioni e mezzo di euro) ma anche fondi nazionali destinati proprio all'informazione nelle scuole e anche 95 milioni di euro già destinati alle Province per riorganizzare la rete viaria, intervenendo soprattutto su tutti i punti ritenuti maggiormente a rischio.
«Due le strade che abbiamo intrapreso: la prima - ha detto Vendola - passa per le politiche che favoriscono il trasporto pubblico a discapito di quello privato (con percorsi, ad esempio, casa-scuola o casa-discoteca); la seconda che riguarda gli stili di vita ed il mutamento di stili di vita non può che partire da un impegno nel mondo della scuola». In quest'ottica si inquadra il progetto chiamato «La Strada-Crea il tuo percorso», che ha già finanziato i progetti di 72 istituti scolastici.
«Come Regione Puglia - ha detto Loizzo - stiamo cercando, insieme agli enti locali, di coordinare e finanziare tante altre iniziative come azioni volte alla messa in sicurezza dei tratti stradali a rischio di incidentalità; la rimozione delle barriere che incontra l'utenza debole nella circolazione stradale nelle città ed è inoltre stata avviata la costituzione di un Centro regionale per il Monitoraggio sulla sicurezza stradale». Azioni di cooperazione sono state avviate con la direzione regionale dell'Inail ed è prevista nelle prossime settimane, sempre con l'Inail, la stipula di un Protocollo d'intesa esteso anche all'assessorato regionale alla Sanità. Con l'Inail sono anche in fase di realizzazione due opuscoli finalizzati all'informazione e all'educazione stradale nei confronti degli autotrasportatori autoctoni e, in versione multilingue, degli autotrasportatori stranieri.
«Si tratta dunque - ha detto Vendola - di un primo nucleo di forze che scende in campo per determinare una massa critica di iniziative legate alla sicurezza stradale. Vogliamo che la Puglia diventi un territorio di avanguardia, che metta al centro il rispetto della vita».
Un messaggio che sarà portato quindi soprattutto nelle scuole, ma anche nelle discoteche, attraverso mostre, spettacoli e iniziative che si terranno sul territorio.
La campagna culminerà il prossimo 6 ottobre, con la "Giornata regionale per la sicurezza stradale", quando verranno messi "in vetrina" tutti i progetti realizzati dalle scuole, una giornata - è stato annunciato - che si concluderà con un grande evento musicale.
Per tutti il consiglio di Vergassola: «Andare lenti è rock». «Amo questa terra - ha detto l'attore nella conferenza stampa -. E il ritmo pugliese è "naturalmente" lento, compassato, dallo struscio serale nelle piazze ancora calde di sole estivo al sapore di uno spaghetto ai frutti di mare. Lento come un blues, come uno sguardo che tenta di abbracciare il vostro mare. Mettiamola così: la stupidità ha fretta. La vita, quella vera, meglio percorrerla con lentezza, per riuscire ad assaporarla tutta».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione