Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 07:53

Rottamazione auto - Fondi dalla Regione

L'assessorato all'Ambiente ha messo a disposizione 4 milioni di euro per 3000 cittadini, come incentivo per eliminare dal parco circolante vecchie vetture più inquinanti delle moderne. Attivato il sito internet www.contributoauto.puglia.it
Traffico automobilistico BARI - Oltre quattro milioni di euro a disposizione per 3.000 cittadini che vorranno rottamare veicoli maggiormente inquinanti per acquistare un'auto che produca meno danni all'ambiente: elettrica, a metano o a gpl.
L'iniziativa è dell'assessorato all'Ambiente della Regione Puglia: il bando regionale sarà attivo dalla data di pubblicazione sul Bollettino ufficiale, che dovrebbe avvenire dal prossimo 14 giugno. A disposizione dei cittadini pugliesi, 4.429.500 euro divisi tra le 5 province. Il bando è stato presentato dall'assessore all'Ecologia, Michele Losappio, dal dirigente del settore Ecologia Luca Limongelli e dagli assessori all'Ambiente delle Province di Bari e Foggia, Romano Tobia Carone e Pasquale Pellegrino.
La Regione concederà a fondo perduto fino all'esaurimento dei fondi e fino al 31 dicembre, contributi per l'ammodernamento del parco auto circolante e la diffusione di autovetture a bassa emissione.
«Gli incentivi regionali - ha spiegato Losappio - potranno sommarsi a quelli statali. È importante il ruolo attivo delle Province che distribuiranno i fondi a concessionari e cittadini». «L'iniziativa - ha aggiunto Losappio - ha lo scopo di ridurre l'inquinamento, soprattutto da polveri sottili Pm10 derivanti dal traffico: con questo bando rispondiamo fornendo un servizio sia ai cittadini, che potranno acquistare veicoli più nuovi e sicuri, sia all'ambiente, con l'eliminazione di vecchie auto inquinanti sostituite da euro 4 benzina, diesel, da veicoli elettrici, a gas Gpl, metano o ibridi».
Ammonta a 1.600 euro il contributo per l'acquisto di auto nuova elettrica o ibrida o a metano (anche bi-fuel), 1.900 per l'acquisto di auto nuova elettrica o ibrida o a metano (anche bi-fuel), associata a demolizione di altra auto la cui prima immatricolazione sia stata fatta anteriormente al 1° gennaio 1997; 700 per acquisto di auto nuova a gpl (anche bi-fuel); 1.000 per acquisto di auto nuova a gpl (anche bi-fuel), associata a demolizione di altra auto la cui prima immatricolazione sia stata fatta prima del 1° gennaio 1997; 600 per acquisto di auto nuova (Euro 4) di potenza non superiore a 100 (cento) kW, associata a demolizione di altra auto la cui prima immatricolazione sia stata fatta anteriormente al 1° gennaio 1997; 500 per acquisto di auto usata (Euro 4, con prima immatricolazione dall'anno 2003 in poi), associata a demolizione di altra auto la cui prima immatricolazione sia stata fatta anteriormente al 1° gennaio 1997; 600 per trasformazione a metano di auto Euro 2 o superiore circolanti a benzina; 400 per trasformazione a Gpl di auto Euro 2 o superiore circolanti a benzina.
Le domande potranno essere presentate - dal 14 giugno al 31 dicembre prossimo - per via telematica da concessionari e privati sul sito www.contributoauto.puglia.it . Chi si prenota per via telematica avrà quindi subito la risposta se sia o meno nella fascia delle disponibilità utili o in lista di attesa. Le risorse finanziarie sono state già consegnate nelle casse delle Province (1.469.250,00 euro per Bari; 373.750,00 per Brindisi; 1.224.000,00 per Foggia; 755.000,00 per Lecce; 607.500,00 per Taranto).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione