Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 00:37

Bari - Violenta ragazzino in un circolo ricreativo

E' stato arrestato un sessantenne che gestiva il circolo, già nel 1997 era stato denunciato a piede libero per aver abusato di un minorenne. La giovane vittima ha 13 anni, sono stati gli amici a chiamare i carabinieri
BARI - Il gestore di un circolo ricreativo di una cittadina del sud barese è stato arrestato dai carabinieri con l'accusa di aver sequestrato nel suo locale un ragazzino di 13 anni e di averlo violentato. Il sessantenne, che già nel 1997 era stato denunciato a piede libero per aver abusato di un minorenne, è accusato di sequestro di persona e violenza sessuale.
Secondo la ricostruzione dei fatti fornita dai militari, mentre il tredicenne, ormai solo, guardava la tv nel circolo ricreativo, ha sentito che la serranda della porta di ingresso veniva abbassata lentamente alle sue spalle. Si è girato, e ha visto che il gestore del locale chiudeva a chiave la porta. Subito dopo è stato costretto a spogliarsi e a sottostare agli abusi del suo aguzzino. Scosso per quanto accaduto il tredicenne ha raccontato la violenza subita ai suoi amici: è stato uno di loro a chiamare i carabinieri ai quali però il tredicenne non ha rivelato nulla.
Accompagnato in ospedale, il minorenne si è confidato prima con i medici (che hanno trovato sul suo corpo tracce organiche della violenza subita) e poi con i carabinieri che, dopo alcune ore, hanno rintracciato e arrestato il presunto pedofilo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione