Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 22:48

La Puglia in missione di cooperazione in Bulgaria

La Regione sarà con una sua delegazione a Sofia dal 30 al 31 maggio, guidata dal presidente Nichi Vendola e promossa dagli assessorati allo Sviluppo Economico ed al Mediterraneo. Ventisei le aziende pugliesi partecipanti
BARI - Infrastrutture, energia, agroalimentare: sono i settori strategici al centro della missione istituzionale ed economica della Regione Puglia, a Sofia, in Bulgaria, dal 30 al 31 maggio, guidata dal presidente Nichi Vendola e promossa dagli assessorati allo Sviluppo Economico ed al Mediterraneo. Ventisei le aziende pugliesi partecipanti.
«Prospettive e progetti di sviluppo e collaborazione nel settore energetico e delle infrastrutture in Bulgaria»; «Percorsi di tutela e certificazione delle produzioni agroalimentari di qualità»: sono i temi dei due seminari tematici organizzati dalla Regione Puglia a Sofia e che si integreranno agli incontri business to business tra aziende e a quelli fra rappresentanti istituzionali.

«La missione - spiega il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola - è finalizzata a promuovere ed intensificare rapporti di collaborazione economica, partenariato industriale e cessione di know how fra i due Paesi nei settori individuati. Ma anche a verificare opportunità in altri settori. La Bulgaria vanta una posizione geografica strategica all'interno dell'ampia regione dei Balcani e nei percorsi delle reti transeuropee, essendo tra l'altro il terminale del Corridoio 8. Ma sta dimostrando anche una straordinaria dinamicità. La Puglia può accompagnare questo percorsi di sviluppo con le sue aziende e con le sue istituzioni».

Le condizioni di contesto sono difatti particolarmente favorevoli in Bulgaria: il 75% dell'attività economica è detenuta dal settore privato; un grado avanzato di liberalizzazione dei prezzi; un regime di commercio estero aperto e significativi progressi tuttora in corso nell'apertura dei mercati chiave quale quello energetico; la crescita del Pil del 6,1 % nei primi sei mesi del 2006. L'interscambio commerciale tra la Puglia e la Bulgaria nei primi nove mesi del 2006 ha raggiunto un valore complessivo di oltre 58 milioni di Euro. Alla missione parteciperanno gli assessori allo Sviluppo Economico, Sandro Frisullo.

«La sfida più rilevante per le imprese pugliesi si conferma, oggi, - spiega l'assessore allo Sviluppo Economico, Sandro Frisullo - la necessità di rafforzare e rinnovare i rispettivi fattori di competitività, orientandosi verso settori più innovativi ed i mercati più dinamici. La Bulgaria lo è, oltre ad essere il Paese cui sarà destinata la quota maggiore di fondi strutturali 2007-2013, finalizzati all'adeguamento delle relative infrastrutture ed al rafforzamento delle condizioni di competitività: 6,7 miliardi di euro».

«La Puglia sta potenziando la propria presenza nell'Europa balcanica e dei Paesi del Mar Nero - ha dichiarato l'assessore al Mediterraneo -Silvia Godelli - sostenendo con convinzione i processi di integrazione economica e quelli di coesione sociale. La nostra missione in Bulgaria è già un primo punto di arrivo di una serie di iniziative effettuate nell'ultimo anno, e determinerà un impulso grande per gli ulteriori sviluppi delle relazioni Puglia-Bulgaria».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione