Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 16:51

Carabinieri a scuola invece dei bidelli

E' accaduto stamani alla scuola media «Lombardi», il personale amministrativo e di custodia non si è presentato in blocco e i CC hanno dovuto aprire la scuola in loro vece
BARI - Sono stati i carabinieri stamani ad aprire i portoni della scuola media «Lombardi» al quartiere San Paolo di Bari consentendo così l'accesso agli studenti. Stamani, infatti, non si sono presentati al lavoro i 15 dipendenti, fra personale amministrativo e bidelli, tutti assenti dopo normale certificato medico. È stato il preside, Ugo Castorina, a chiedere l'intervento dei militari della Compagnia «San Paolo», che hanno provveduto a reperire le chiavi del plesso scolastico e ad aprirlo dopo un'ora di ricerche. Circa 600 alunni sono così potuti entrare a scuola, seppure in ritardo, per le lezioni che si stanno svolgendo regolarmente. Il preside Castorina è noto per il suo approccio in una scuola di «frontiera» assolutamente non facile da gestire: lo scorso marzo sequestrò i telefonini cellulari a due alunni e successivamente fu aggredito dai genitori di una ragazza nel cortile della scuola.
Qualche giono fa invece «sequestrò» docenti ed allievi per circa un'ora dopo il normale orario scolastico perchè non c'era stata dovuta attenzione ad un suo annuncio per interfono. D'altra parte sia pure con metodi talvolta spicci il preside Castorina può far valere una calo verticale degli abbandoni scolastici un tempo a livello record.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione