Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 09:38

San Nicola protegge i bimbi disabili

Festeggiata la «Giornata di solidarietà nicolaiana» promossa dall'Associazione medica italiana sportiva infantile, dal Centro di idroterapia della Asl Bari 4, dall'Associazione paraplegici e da altre realtà impegnate nel mondo della disabilità
BARI - «Tra i tanti beni che San Nicola custodisce ci sono i bambini, soprattutto quelli che ne hanno particolare bisogno. E questo corteo dei più piccoli è una carica di allegria e di entusiasmo». Lo ha detto il sindaco di Bari, Michele Emiliano, partecipando stamattina alla «Giornata di solidarietà nicolaiana» promossa dall'Amisi (Associazione medica italiana sportiva infantile), dal Centro di idroterapia della Asl Bari 4, dall'Associazione paraplegici e da altre realtà impegnate nel mondo della disabilità.
Per l'occasione il quadro di San Nicola è stato trasferito dalla Basilica alla sede del Cus (Centro universitario sportivo) dove erano centinaia di bambini delle scuole elementari e medie, delle associazioni di disabili e centri di assistenza. I piccoli, indossando un saio confezionato dalle mamme dei piccoli disabili, hanno dato vita ad un piccolo cerimonia organizzata dal pediatra Peppino Aceto che ha letto la storia della traslazione delle ossa del santo. Mentre i bambini erano riuniti nel piazzale del Cus, è giunto a salutarli anche il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola.

Emiliano ha continuato ricordando il valore delle celebrazioni per il santo: «i colori della fascia che indosso, lo stemma della città, le tradizioni sono importanti perchè è attorno ai simboli che la comunità si raccoglie. San Nicola è un'icona laica e religiosa che trasmette un senso di serenità. Il merito per i risultati, certo, è dei baresi, ma lui dà un grande contributo».
Poco dopo il rettore della Basilica padre Damiano Bova ha celebrato una messa nei giardini della sede dell'Asl prospiciente il Cus. «Questa giornata ha un significato particolare - ha detto padre Bova - perchè rappresenta una coincidenza straordinaria. Nel 1985 avevo istituito una giornata per radunare nel nome di San Nicola ammalati e disabili: era proprio il 5 maggio». Padre Bova ha inoltre ricordato che nell'ambito dei festeggiamenti per San Nicola, lunedì 7 maggio alle 18.30 al camping San Giorgio è in programma la celebrazione eucaristica e la processione a mare con il quadro del Santo, alla presenza del metropolita ortodosso monsignor Chrysostomos.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione