Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 16:51

Taranto - Al via "Ragazzi in Gamba"

Presentata dal dirigente dell'Itc "Galilei", prof. Esposito, la 12ª edizione interregionale della rassegna, in programma dal 2 al 5 maggio. Oltre alle scuole locali, coinvolti giovani dalla Russia e dalla Romania
Taranto, Mar Piccolo TARANTO - «Intendiamo essere espressione di una scuola che vuole essere attiva, che crede nelle relazioni internazionali, che crede nel futuro del Paese». Ha esordito così stamane il dirigente scolastico dell'Istituto commerciale "Galileo Galilei" di Taranto, prof. Gennaro Esposito, illustrando, nel corso di una conferenza stampa presso la scuola nel cuore della Città Vecchia, il programma della XII edizione interregionale della rassegna scolastica "Ragazzi in Gamba", che avrà luogo a Taranto dal 2 al 5 maggio, presso l'Auditorium dell'Itis "Righi" al quartiere Paolo VI.
La rassegna di teatro, poesia, folklore, arte, musica - giunta a livello nazionale alla 45ª edizione (le finali come ogni anno a fine maggio a Chiusi, capitale italiana dei "Ragazzi in Gamba") - allarga ulteriormente proprio a Taranto quest'anno la sua dimensione internazionale. La kermesse tarantina, infatti, vedrà non solo - come è tradizione negli ultimi sei anni - la presenza degli studenti delle scuole moscovite gemellate con le scuole tarantine nell'ambito della rete "Progetto Russia", ma anche la nuova presenza degli studenti del prestigioso National College "Gheorghe Lazar" di Sibiu (Romania), città designata capitale europea della cultura per il 2007. Gli studenti rumeni, già giunti a Taranto, hanno dato quest'oggi un piccolo saggio della propria partecipazione alla rassegna tarantina. Sarà, quindi, a Taranto che i "Ragazzi in Gamba" italiani, guidati dall'infaticabile ideatore ed organizzatore della più longeva rassegna scolastica italiana, Marco Fé, daranno il proprio benvenuto agli studenti di un nuovo Stato membro dell'Unione Europea, la Romania appunto.
Attenta come sempre a cogliere i valori positivi della vita e la dimensione più profonda della mission educativa della scuola, la rassegna sarà anche quest'anno un'occasione di confronto, in un'atmosfera festosa, delle più diversificate esperienze educativo-didattiche che prendono forma attraverso il teatro, la musica, la poesia, l'arte.
Insomma, come sempre, una carrellata, un excursus dei valori che la scuola italiana sa produrre nonostante le tante difficoltà e la crisi di valori che trasversalmente pervade l'intera società.
Affiancato dai dirigenti delle scuole della rete "Progetto Russia", Ernesto Grassi (I.C. Battisti), Egidio Lenti (Ipsc "Don Milani", Grottaglie), Giuseppe Leo (Scuola Media Colombo), Angelo Mignogna (Scuola Media Foscolo), Stefano Milda (Scuola Media Bettolo), il preside Esposito ha aggiunto: «In un momento di grave crisi che tutti noi percepiamo vogliamo che da un punto di vista progettuale la rassegna Ragazzi in Gamba e il Progetto Russia costituiscano occasione di sviluppo e rinascita del territorio perché il territorio non può svilupparsi senza il protagonismo della scuola. Al prossimo sindaco chiediamo di scommettere su cultura e scuola».
Hanno dato il proprio patrocinio alla manifestazione Regione Puglia, Amministrazione Provinciale di Taranto, Ufficio Scolastico provinciale di Taranto, Marina Militare, Soprintendenza Archeologica, Istituto Professionale "Cabrini", Bnl, Confindustria Taranto, Crest, Venerabile Confraternita M. SS. Addolorata e S. Domenico, D'Addario Auto, Associazione Culturale "M. D'Enghien", Amat, Apt Taranto, Appia Viaggi.
L'iniziativa tarantina rientra anche nel progetto "Studiamo il passato per migliorare il presente e costruire il futuro", nell'ambito del Pon "La scuola per lo sviluppo", Misura 3, Azione 3.1, finanziato dal Fondo Sociale Europeo.
Il programma della prima giornata il prossimo 2 maggio prevede in calendario la presenza, nella mattinata, dell'I.C. Galilei di Taranto (folk, "Tramonti tarantini"), della Direzione Didattica "Manzoni" di Lizzano (folk, "Canti e danze folkloristiche"), del 1° Circolo didattico "Consegna" di Sava (teatro, "La biblioteca dimenticata"), del circolo "Giovanni XXIII" di Palagiano (folk, "Balli popolari"). Nel pomeriggio, invece, si esibiranno gli alunni dell'I.C. "Madonna della Camera" di Monteparano (teatro, "La vita è bella"), dell'I.C. di Brolo (Me) (folk, "Canti e balli"), dell'I.C. di Minervino Murge (Ba) (teatro inedito, "The jungle world"), del National College "Gheorghe Lazar" di Libiu, Romania, (spettacolo di arte varia).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione