Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 02:03

Amministrative, la sfida di Lecce e Taranto

A Lecce, dopo 2 mandati Adriana Poli Bortone (An) dovrà lasciare la carica di sindaco. Mentre Taranto, con Rossana Di Bello (Fi) dimissionaria, dovrà affrontare il dissesto finanziario
BARI - E' nei due capoluoghi salentini Lecce e Taranto, entrambi amministrati dal centrodestra, che si concentrano le principali sfide pugliesi per le elezioni comunali in Puglia dove il 27 e 28 maggio prossimi andranno al rinnovo 56 consigli comunali.
In entrambe le città, comunque andranno le cose, le elezioni segneranno una svolta. A Lecce perchè dopo due mandati lascia la carica di sindaco l'europarlamentare di An Adriana Poli Bortone, in testa alle classifiche di gradimento dei sindaci italiani. A Taranto perchè la città, commissariata da un anno dopo le dimissioni del sindaco Rossana Di Bello (Fi) condannata per abuso d'ufficio, dovrà affrontare la dura fase di risalita dal baratro del dissesto finanziario.
Nel capoluogo jonico la difficile situazione finanziaria non ha favorito un compattamento dei fronti. Tutt'altro. Sono 11 gli aspiranti sindaci sostenuti da una trentina di liste. La Cdl si è compattata sulla candidatura dell'ex questore Eugenio Introcaso, ma liste civiche di area sostengono altri candidati. Tra queste, quella dell'ex sindaco Giancarlo Cito, che sarà solo capolista vista l'incertezza sulla sua eleggibilità, ma che propone suo figlio Mario come sindaco. Il centrosinistra, invece, si è spaccato in due: una parte sostiene l'attuale presidente della Provincia, Gianni Florido (Ds, Sdi, Margherita, Italia dei Valori e Italia di Mezzo), l'altra il pediatra Ezio Stefano (sinistra radicale, lista civica sinistra democratica per Stefano, Democrazia cristiana e Udeur). Anche qui le liste civiche propongono candidati indipendenti.
Meno articolata la situazione a Lecce dove i candidati sono cinque e 22 le liste: la Cdl sostiene (con nove liste) l'attuale vicesindaco di Fi, Paolo Perrone. In caso di vittoria, Perrone ha già annunciato che come vicesindaco sceglierebbe l'attuale sindaco Poli Bortone; il centrosinistra candida Antonio Rotundo (Ds), con 10 liste. C'è poi il candidato centrista Wojtek Pankiewitc, l'ex An Mario De Cristofaro (ora a capo di una lista civica), e l'attuale assessore allo sport, Salvatore Bianco.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione