Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 01:17

"Decolla" a Brindisi il nuovo aeroporto

Oggi la cerimonia del "taglio del nastro" al Papola Casale con il ministro dei Trasporti, Alessandro Bianchi, ed il presidente della giunta regionale pugliese, Nichi Vendola. La struttura complessiva è stata rimodernata ed ampliata, con un complesso di opere dal costo totale di 12.935.861,48 euro su un progetto della Seap (Società aeroporti Puglia) che risale al 2004. Le opere riguardano l'aerostazione e l'area parcheggi • Confermato Di Paola
Brindisi - Inaugurazione nuovo aeroporto BRINDISI - Nuovi corpi di fabbrica, due superfici vetrate continue ad alta tecnologia, una nuova superficie coperta nel piano interrato di 1.430 mq, un ampliamento delle superfici coperte, nuovi banchi di accettazione, che da 13 passano a 17, e quattro nuovi gates, nuove aree commerciali create, potenziati il sistema di riconsegna bagagli e l'area di controlli di sicurezza, una viabilità riconsiderata e 266 posti auto per i parcheggi. Sono alcuni "numeri" dell'aeroporto di Brindisi "Papola Casale" dove oggi si tiene, alla presenza del ministro dei Trasporti, Alessandro Bianchi, e del presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, la cerimonia per la conclusione dei lavori di riqualificazione e ammodernamento dell'aerostazione. L'importo totale dei lavori è di 12.935.861,48 euro.
Il progetto voluto da Aeroporti di Puglia, la società che gestisce gli aeroporti pugliesi (maggiore azionista è la Regione Puglia con il 99,411%), è del 2004; i lavori sono stati aggiudicati nel febbraio del 2005. Il tipo di facciata prescelta - una nuova struttura portante con portali triangolari in tubolari di acciaio - consente un migliore controllo del microclima e quindi un migliore comfort ambientale e una riduzione di circa il 30% del fabbisogno energetico, rispetto ad una risoluzione prospettica di tipo tradizionale.
Per le facciate, i portali triangolari in tubolari di acciaio, ubicati trasversalmente in corrispondenza dei pilastri esistenti con cadenza modulare, consentono il sostegno di una facciata strutturale sospesa completamente a giorno e prevista con parametri elevatissimi di isolamento termico ed acustico, alternata con maglie in tessuto di acciaio inox ad alta tecnologia, con funzioni di parziale protezione al sole e di schermo per tutti i corpi di fabbrica.
Il sistema di accesso all'aerostazione e la dotazione di spazi per il parcheggio di auto e stazionamento dei bus risultavano del tutto inadeguati e, comunque, sottostimati, rispetto alle previsioni del traffico al 2007 ed al 2017. Si è quindi realizzata una razionalizzazione sia delle modalità di avvicinamento dell'aerostazione che ai parcheggi, con la realizzazione di un sistema anulare di distribuzione tale da consentire una circolazione più fluida.
Alcune curiosità: per i lavori nell'aeroporto sono stati fatti 32.600 mc di scavi, sono stati utilizzati 3.100 mc di calcestruzzi, 300 tonnellate di ferro lavorato, 110 tonnellate di carpenterie metalliche, 8.800 mq di pavimentazioni, 1.200 mq di vetrate strutturali, 3.500 mq di pareti mobili, 5.000mq di rivestimento in alluminio zinco, 28.000mq di asfalti, 5.000 mq di aree a verde, 40 km di cavi elettrici, 350 faretti da incasso, 960 plafoniere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione