Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 22:48

Turismo col marchio South Italy

Rilanciato a Bari - dall'assessore regionale Massimo Ostillio - l'accordo fra otto regioni meridionali per la promozione integrata di pacchetti-vacanze • Al via dieci "workshop" in tutta la Puglia
Massimo Ostillio BARI - L'assessore al Turismo della Regione Puglia, Massimo Ostillio, ha rilanciato, in occasione di Expoturismo, il marchio South Italy, sottoscritto da otto regioni meridionali per la promozione integrata del sud d'Italia sui mercati nazionali ed esteri. «L'unione fa la forza - ha affermato Ostillio - e il progetto South Italy è sostanzialmente questo: la volontà di coalizzarsi di otto regioni del centro sud per riuscire a portare più turisti stranieri al sud e, soprattutto, per riuscire a raggiungere dei mercati molto distanti come sono l'Asia, l'America e l'Oceania attraverso un'azione concordata che porti delle economie gestionali e, in termini di promozione, riesca - ha spiegato - ad essere più penetrante nei confronti di mercati interessantissimi che oggi però vengono poco al sud. Su cento turisti esteri che atterrano a Roma, solamente dieci vengono al sud, novanta prendono altre strade, vanno verso destinazioni del nord Italia».
Secondo l'assessore al Turismo della Regione Puglia, «invece, stante l'attrattività dei nostri territori, stante le eccellenze turistiche, paesaggistiche, ambientali e culturali che abbiamo al sud, noi - ha detto Ostillio - possiamo diventare il vero nuovo mercato per questi fluissi turistici, lo facciamo anche coscienti del fatto che al nord, invece, il mercato è piuttosto maturo. Noi riusciamo ad essere più innovativi, a diversificare meglio la nostra offerta. Insomma, facciamo un grande lavoro a vantaggio del nostro Paese; facciamo soprattutto un grande lavoro a vantaggio del sud d'Italia».
Questo, secondo l'assessore regionale, «è il significato di questa iniziativa che - ha spiegato - realizziamo qui in Fiera del Levante per Expoturismo. Quindi, c'è un valore anche che supera il dato del marchio South Italy per diventare anche un modo per presentare il lavoro che l'assessorato al turismo e la Regione Puglia stanno facendo qui da noi - ha concluso Ostillio - però, con la volontà di dialogare e di collaborare con gli altri territori, sicuri che questo può servire a rafforzare, a migliorare la bilancia dei pagamenti, la ricchezza per i nostri territori e dare nuovo sviluppo e, perché no, nuova occupazione alle nostre regioni».
Le Regioni che aderiscono al marchio South Italy sono: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. All'iniziativa promossa a Bari dall'assessorato al Turismo della Regione Puglia, moderata da Emilio Beceri, Università Iulm, sono intervenuti, dopo il saluto del presidente della Fiera del Levante Cosimo Lacirignola e di Ostillio, gli assessori delle Regioni Calabria, Nicola Adamo, Campania, Marco Di Lello, Basilicata, Salvatore Donato, e il capo di Gabinetto della Regione Sicilia, Adelaide Spatafora.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione