Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 03:40

«Sei cieco non sali sul bus»

E' successo a Bari ad un non vedente di 26 anni che due giorni fa voleva salire in autobus con il suo cane guida per tornare a casa. A Pasquetta è stato cacciato da un ristorante dove voleva festeggiare
BARI - Il giorno di Pasquetta è stato allontanato da un ristorante della città perché voleva entrarci insieme al suo cane, e giovedì scorso per lo stesso motivo gli è stato impedito di salire a bordo di due autobus cittadini per rientrare a casa. Il protagonista dei due episodi è un non vedente, Antonio Giampietro, di 26 anni, di Bari. Il suo amico fedele, un 'Labrador' di 20 mesi di nome Dolly, è il suo cane-guida, con tanto di pettorina.
Giampietro ha denunciato ai carabinieri di Bari le discriminazioni subite. Il giorno di Pasquetta neppure l'intervento dei carabinieri è servito a convincere il titolare del ristorante a far entrare Antonio con il suo cane per pranzare. E due sere fa il giovane, visto il rifiuto degli autisti dei bus, ha dovuto telefonare ad un amico per farsi accompagnare a casa. Ad Antonio non è rimasto altro che denunciare tutto ai carabinieri.

I due episodi sono stati raccontati dallo stesso Antonio ad un cronista della Gazzetta del Mezzogiorno.
Antonio racconta anche di sentirsi discriminato perché è costretto a girare con in tasca un pezzo di carta, praticamente "un marchio": sul foglietto ci sono infatti i riferimenti normativi delle tre leggi grazie alle quali ha il non vedente il diritto di farsi accompagnare dovunque dal suo cane guida, anche e soprattutto nei pubblici esercizi e sui mezzi pubblici.
Ma pure il foglietto con la normativa spesso non basta e avvengono episodi come quelli dei giorni scorsi: "Questa città - dice Antonio - fa paura. Se attraverso sulle strisce pedonali non si ferma nessuno. Se entro in un supermercato, spesso mi dicono di andare via. Senza contare le auto parcheggiate sugli angoli dei marciapiedi e sulle rampe dei disabili".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione