Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 13:10

«Ho nostalgia del Concilio Vaticano II»

Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, intervenendo alla presentazione del libro «Il posto dei cattolici», scritto dal sen. Luigi Bobba
BARI - «Ho nostalgia, e lo dico sottovoce, del Concilio vaticano II». Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, intervenendo alla presentazione del libro «Il posto dei cattolici», scritto dal sen. Luigi Bobba.
«Nostalgia - ha proseguito Vendola - dell'annuncio di una Chiesa compagna dell'umanità, non giudice degli esseri umani ma pietosa sorella degli uomini e delle donne, di una Chiesa che incontra la storia non per bastonarla, certo anche per indirizzarla, educarla e accompagnarla, ma con la carezza di Dio e non con la sferza del dogma e della dottrina».
«Questa Chiesa - ha detto ancora Vendola - la ritrovo nelle parole che leggo quando scrive il cardinale Martini. Non l'ho mai detto, ma ho sentito un dolore per il funerale negato a Welby, perchè penso che si possa non condividere nulla della battaglia di un uomo, ma mi aspettavo che ci fosse la superiorità di un atto di perdono e di riconciliazione».

Poi parlando del prossimo Family day ha aggiunto. «Non so se la famiglia vada difesa, penso che vada innanzitutto conosciuta e criticata». «La famiglia - ha detto - non ha una sua ascendente evangelica, i Vangeli sono pieni di parole sferzanti nei confronti dei familismo».
«La famiglia va promossa - ha concluso - ma rappresentarla minacciata da nuovi stili di vita e non piuttosto da ciò che è accaduto negli ultimi vent'anni nel mondo con una globalizzazione col volto del liberismo selvaggio, fare una grande manifestazione, non so se è il modo più utile per interrogarci sui problemi, sugli elementi di crisi e sul disagio di promuovere la famiglia come vincolo di amore».

«Siamo circondati, assediati da imbonitori che vendono sacri affari e c'è un'assenza di profeti di profili di profezie. Mi riferisco - ha aggiunto - a quei profili capaci di denunciare la catastrofe ma anche l'aurora possibile se si ha la forza di reagire alla catastrofe. cioè la profezie nel senso più pieno dell'esperienza cristiana, non nel senso volgarmente chiromantico».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione