Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 11:02

Ciccio e Tore - C'è un nuovo testimone

Il sostituto procuratore che coordina le indagini sulla scomparsa dei fratellini di Gravina, si recherà a Torino per ascoltare l'autore della lettera che nei giorni scorsi indicava un ipotetico nascondiglio dei corpi dei bambini
BARI - Sarà ascoltato nei prossimi giorni nella questura di Torino l'autore della lettera che, il mese scorso, aveva segnalato alla Procura di Bari, che i due fratellini di Gravina in Puglia, Francesco e Salvatore Pappalardi, sono stati uccisi e sepolti "sotto un albero di noci" nella vicina Santeramo in Colle (Bari).
L'interrogatorio - a quanto si apprende - si terrà domani o dopodomani alla presenza del pubblico ministero inquirente del Tribunale di Bari, Antonino Lupo, e di un funzionario della squadra mobile. A quanto è possibile ipotizzare la persona da ascoltare sarebbe un parente della mamma dei due ragazzini, Rosa Carlucci, che risiede a Santeramo in Colle.
A seguito dell'arrivo della missiva in Procura, furono compiuti tre scavi nelle campagne di Santeramo in Colle, ma le ricerche dei due ragazzini scomparsi dal 5 giugno scorso diedero esito negativo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione